Cronaca

Cani al supermercato: polemica su Facebook

Un'utente segnala sul gruppo Facebook "Te son de Trieste se" il divieto di entrare in un supermercato nei pressi della stazione mentre a fianco del cartello è posizionato il cesto della raccolta cibo per animali

foto dal gruppo Facebook "Te son de Trieste se"

«Lo trovo un controsenso ed una cosa ingiusta». Così esordisce un'utente sul gruppo Facebook "Te son de Trieste se" dopo aver visto il divieto posto fuori dal uspermercato Pam, nei pressi della stazione, a fianco del quale è posto un cesto per la raccolta cibo di cani e gatti.
In poco tempo inizia la polemica e tra i commenti appaiono svariati punti di vista riguardo l'accesso ai cani nei supermercati.
Con la legge regionale 20/2012 l'accesso ai cani negli esercizi pubblici e commerciali viene concesso.


"Il divieto può essere limitato solo ad alcune fasce orarie ovvero possono essere messi a disposizione carrelli appositi o altri presidi ove collocare il cane, o riservare determinate aree ove l’accesso è garantito", dice la legge.
E  ancora. "In caso di divieto di accesso ai cani il Responsabile deve inviare una comunicazione al Sindaco inerente le forme di limitazione sopra indicate e tale comunicazione, (a mezzo di fax, raccomandata o posta certificata) deve essere esposta all’entrata in modo ben visibile”. In mancanza di ciò nessun altro divieto affisso fuori dai negozi è da considerarsi valido.

Molti già i grandi supermercati che hanno esposto il divieto. Divisi gli utenti a riguardo. C'è chi vorrebbe poter entrare a fare la spesa con il proprio cane e chi invece  non ne vuole sapere, lamentando problemi legati all'igiene in un luogo si vendono alimenti. Qualcun'altro ancora invece si preoccupa, affermando che il supermercato non sia un luogo dove il cane voglia andare e si senta a suo agio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cani al supermercato: polemica su Facebook

TriestePrima è in caricamento