Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Domani sciopero dei bus, ma regge il servizio extra per Ligabue

17.41 - L'Usb sul piede di guerra con Trieste Trasporti: disservizi dalle 18 alle 22; intensificate le linee 21 e 20

Trieste Trasporti ha informato che per domani, sabato 6 settembre, in occasione del concerto di Ligabue allo stadio Nereo Rocco, sarà attivo il servizio di rinforzo dei collegamenti in autobus.

Prima del concerto, dalle ore 16.00 alle 21.00 è prevista l'intensificazione della linea 20 dal centro commerciale Montedoro FreeTime (Muggia), dove è possibile parcheggiare gratuitamente le autovetture, allo stadio Rocco di Valmaura; alla fermata di Montedoro sarà possibile acquistare i biglietti del bus, al normale costo di € 1,30 (o € 2,60 per l'andata e il ritorno). Oltre alle linee 8, 19, 20, 21, 40 e 41 (che però potrebbero subire delle variazioni a causa di uno sciopero in atto dalle ore 18:00 alle 22:00), è prevista l'intensificazione della linea 21 dalla Stazione Centrale allo stadio Rocco di Valmaura.

A fine concerto servizio di sfollamento delle linee 20 e 21 sui percorsi inversi, per raggiungere rispettivamente il centro commerciale Montedoro FreeTime (Muggia) o la Stazione Centrale. Ulteriori informazioni sul sito www.triestetrasporti.it.

Come detto è previsto uno sciopero indetto dall'Usb, Unione sindacale di base, dalle 18 alle 22: «Nonostante la riduzione dei finanziamenti della Regione Fvg nei confronti delle aziende del Trasporto pubblico locale ( meno 4,4 % ) che ha determinato il taglio delle linee, delle corse e aumento del carico di lavoro per gli autisti, Trieste Trasporti ha saputo realizzare sulle spalle dei lavoratori quasi 4 milioni di guadagno - attacca Willy Puglia -. Ma per quanto riguarda invece il miglioramento delle condizioni di lavoro dei suoi dipendenti ha recentemente confermato in Prefettura che non intende impiegare gli ausiliari al traffico, predisporre cabine protette per i conducenti, assicurare al conducente, la completa visibilità installando la sbarra, garantire un equo trattamento disciplinare a tutti i lavoratori, dare applicazione alle Normative di Legge e contrattuali, applicare la sentenza della Corte Costituzionale che sancisce la parità di trattamento per tutte le oo.ss. rappresentative. La T.T. ha dichiarato formalmente che in azienda non esiste alcun contenzioso - conclude Publia - e che tutte le questioni poste nella piattaforma rivendicativa dei lavoratori sono state affrontate e risolte all’interno degli accordi sindacali firmati con altre oo.ss».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domani sciopero dei bus, ma regge il servizio extra per Ligabue

TriestePrima è in caricamento