menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica delle Palme...Abusive

Le palme mancavano all’appello.La domenica prima di Pasqua sui sagrati delle chiese vengono allestiti banchetti ricolmi di rametti d’ulivo a simboleggiare la festività delle Palme: la distribuzione è gratuita, al più si chiede gentilmente...

Le palme mancavano all'appello.

La domenica prima di Pasqua sui sagrati delle chiese vengono allestiti banchetti ricolmi di rametti d'ulivo a simboleggiare la festività delle Palme: la distribuzione è gratuita, al più si chiede gentilmente un'offerta per la chiesa o per opere di carità.

Da qualche anno però si sta manifestando il fenomeno antipatico della vendita abusiva dei rametti d'ulivo: leggermente discosti dai luoghi di culto e con cassette piene al seguito, alcuni individui intercettano i fedeli che si recano a messa per vendergli i rametti. Un'attività assolutamente abusiva che, peggio ancora, sfrutta la fede delle persone per lucrare su quello che normalmente in chiesa è gratuito.

Domenica scorsa però la Polizia Locale ha deciso d'intervenire in più punti della città e far cessare questo imbroglio: nell'arco della mattina la pattuglia ha fermato 5 uomini, tutti residenti in Italia, l'età compresa tra i 23 e i 38 anni; il primo (C.A. le sue iniziali) vendeva rametti da solo in piazzale Rosmini; altri due (P.B.S. e N.A.) avevano scelto come piazza i dintorni della chiesa di Barcola; l'ultima coppia invece (C.D. e C.A., familiari del primo) si era appostata a Roiano, in piazza tra i Rivi.

Tutti senza l'autorizzazione a vendere e per questo sono stati sanzionati con una multa da 2500 euro a testa(1). E poiché é previsto anche il sequestro e la confisca della merce, i sottufficiali hanno ritirato oltre 1300 rametti!


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento