Covid, Fratelli d'Italia chiede al sindaco di utilizzare l'ex Don Marzari di Prosecco

Secondo FdI l'ex casa di riposo potrebbe accogliere i pazienti asintomatici. La lettera è stata firmata da Salvatore Porro, Caludio Giacomelli e Gabriele Cinquepalmi.

Foto Trieste abbandonata

Fratelli d'Italia, in una lettera indirizzata al primo cittadino, chiede di utilizzare l'ex Don Marzari di Prosecco per accogliere i pazienti asintomatici. "L'ex casa di riposo - si legge - è dismessa dal 2007. La struttura è di proprietà del Comune di Trieste ed è stata precedentemente ceduta dalla Regione". La palazzina ha quattro piani, che comprendono anche un seminterrato, per complessivi 15 mila quadrati, ai quali si aggiunge il parco di 5 mila. "I soldi per la ristrutturazione della struttura - continua la lettera - saranno bene adoperati perchè, finita la pandemia potrebbe essere utilizzata per accogliere concittadini bisognosi di assistenza". Da considerare, secondo FdI, anche la posizione: il palazzo, immerso nel verde, è facilmente raggiungibile con i bus urbani ed è adiacente alla "ex camionale" e all'autostrada A4. La lettera è stata firmata da Salvatore Porro, Caludio Giacomelli e Gabriele Cinquepalmi.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento