rotate-mobile
L'emergenza

Donatori di midollo dimezzati con la pandemia: l'appello di Admo

Admo promuove una campagna informativa e il primo di ottobre sarà a Trieste con un banchetto in via Dante. Si ricorda che la compatibilità dei donatori ha una probabilità di uno su quattro nei consanguinei, ma scende a uno ogni 100mila se non ci sono vincoli di parentela col paziente

I donatori di midollo osseo in Fvg sono la metà di quanti erano nel pre pandemia. I dati sono stati diffusi dalla presidente di Admo Fvg Paola Rugo a Telefriuli. Proprio ieri ha fatto il giro del web la notizia del giovane di Aquileia colpito da leucemia fulminante e in pericolo di vita, per cui si sta ancora cercando un donatore compatibile. Un episodio che impone una doverosa riflessione sul tema.

Come riportato dalla presidente regionale di Admo, gli iscritti al registro dei donatori erano 1433 nel 2019, mentre nel 2020 e 2021 si aggiravano tra i 650 e i 630. Quest’anno, a settembre, sono 615 e l’obbiettivo è quello di arrivare a 800 -1000 a fine anno. Admo sta ora promuovendo una campagna informativa nelle piazze del Fvg, e il primo di ottobre sarà a Trieste con un banchetto in via Dante. Si ricorda che la compatibilità dei donatori ha una probabilità di uno su quattro nei consanguinei, ma scende a uno ogni 100mila se non ci sono vincoli di parentela col paziente. È quindi necessaria una grande quantità di potenziali donatori. 

Il sangue midollare viene prelevato dalle ossa del bacino con una procedura relativamente breve e in anestesia locale, oppure con un prelievo di sangue periferico che deve essere preceduto da un trattamento farmacologico nei giorni precedenti. Per donare è necessario avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, godere di buona salute e avere un peso superiore ai 50 chili. Ulteriori informazioni possono essere richieste via mail all’indirizzo segreteria@admofvg.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donatori di midollo dimezzati con la pandemia: l'appello di Admo

TriestePrima è in caricamento