Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Largo Granatieri

Donna si incatena al Municipio dopo lo sfratto dell'Ater

La signora ha pagato in ritardo la quota di gennaio e le è stato intimato lo sfratto dall'Azienda territoriale per l'edilizia residenziale. L'intervento della Polizia Locale e della vicesindaco Martini hanno scongiurato il peggio: verrà trovata una soluzione alternativa

foto di Michele Arena

Non riesce a pagare puntualmente l'affitto Ater di gennaio a causa delle ristrettezze economiche, così le viene recapitato l'avviso di sfratto. È questa la triste storia che sta dietro il gesto eclatante (e per alcuni aspetti disperato) di una donna che questo pomeriggio, intorno alle 13.45, si è incatenata a un ringhiera all'interno del Municipio (lato largo Granatieri).

La signora, che a un certo punto ha dichiarato di avere delle lamette e fatto intendere di volerle usare per porre dine alla sua vita, è stata bloccata dagli operatori della Polizia Locale, nell'attesa della vicesindaco Fabiana Martini che si è presentata per ascoltare le sue ragioni.

Alla fine la donna si è calmata grazie anche alla promessa di Martini di parlare con l'Ater e cercare una soluzione alternativa che permetta alla signora di mantere il suo alloggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna si incatena al Municipio dopo lo sfratto dell'Ater

TriestePrima è in caricamento