Cronaca

Donna pugile "aggredita" da profughi, denunciata per simulazione di reato

Sembra che Daiane Ferreira, pugile donna salita alle cronache nelle ultime settimana per aver raccontato di essere stata aggredita da tre profughi e averli messi a tappeto, si sia inventata tutto

Nella foto Daiane Ferreira

Aveva raccontato di essere stata aggredita da tre profughi lo scorso 7 ottobre a Pordenone, la pugile italo-spagnola Daiane Ferreira, uomini che erano stati messi al tappeto in pochi secondi grazie alla boxe, sport praticato dalla donna. L'episodio a detta della 28enne residente a Pordenone e di origini brasiliane, sarebbe avvenuto in un parco poco distante da casa sua, mentre stava passeggiando con il suo cane. 

Avevamo dato notizia dell'accaduto, riportando i fatti così come sono stati raccontati dalla giovane a diverse testate, anche a carattere nazionale.

Ebbene la Polizia di Stato ha denunciato la donna per simulazione di reato e procurato allarme. 

Dopo le indagini la Polizia di Pordenone, che non era mai intervenuta nella vicenda, avendo anche accertato che nella zona quella sera non si aggirava alcun profugo o persone sospette, così come riportato dalla Ferreira, ha denunciato la pugile. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna pugile "aggredita" da profughi, denunciata per simulazione di reato

TriestePrima è in caricamento