Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca Via Scipio Slataper

Intitolato al dottor Pandullo il nuovo laboratorio di ecocardiografia

Riccardi: "Un amico, un professionista e un esempio di diplomazia". Donati dall’associazione “Amici del Cuore” all’Asuits macchinari per un valore di 200mila euro. L'inaugurazione ha avuto luogo oggi all'Ospedale Maggiore.

Donati dall’associazione “Amici del Cuore” all’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste tre ecocardiografi, due dispositivi Holter ed il nuovo sistema software di lettura degli stessi, per un valore complessivo di 200mila euro. Si è deciso di intitolare il così rinnovato Laboratorio di Ecocardiografia della Struttura Complessa “Centro Cardiovascolare e Medicina dello Sport” alla memoria del dottor Claudio Pandullo, recentemente scomparso. L'inaugurazione ha avuto luogo oggi all'Ospedale Maggiore ed è stata curata da Andrea Di Lenarda, direttore del Centro Cardiovascolare, alla presenza, tra gli altri, del commissario straordinario delle Azienda sanitarie triestina e isontina, Antonio Poggiana e del vicepresidente del FVG e assessore alla Salute Riccardo Riccardi.

Il dottor Pandullo

Il dottor Claudio Pandullo è stato ideatore e fondatore del Laboratorio e, grazie a lui, nel corso degli anni, il Laboratorio ha raggiunto standard elevati di eccellenza, accreditandosi prima alla Società Italiana di Ecocardiografia e CardioVascular Imaging (SIECVI) e successivamente all’European Association of Cardiovascular Imaging (EACVI), diventandone sede ufficiale di training. Da sempre il Laboratorio ha coltivato solide relazioni scientifiche e professionali con i maggiori Laboratori di Ecocardiografia in Italia. Il Dottor Claudio Pandullo ed i suoi collaboratori sono stati autori di decine di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali, e promotori di eventi scientifici sulle tematiche dell’Imaging Cardiovascolare.

Il ricordo di Riccardi

"Un amico e un professionista - ha commentato il vicegovernatore Riccardi - che ha sempre utilizzato equilibrio e buon senso nella ricerca delle soluzioni, capace come è stato di mediare anche nelle situazioni più critiche all'insegna di un innato e non comune senso di responsabilità che lo ha sempre contraddistinto. In questo modo - ha aggiunto - ha sempre operato in funzione del migliore risultato possibile per la comunità".

"Il suo esempio - ha sottolineato Riccardi - ci dovrà sempre essere di aiuto, soprattutto nei momenti di maggiore tensione dove, inevitabilmente, ci si può ritrovare con visioni diverse sul sistema sanitario regionale ma è comunque necessario arrivare a una sintesi, privilegiando così la costruzione e il raggiungimento dell'obiettivo alla polemica".

"Non piangiamo per averlo perso - ha concluso l'intervento il vicegovernatore, riprendendo un passo del Vangelo - ma ringraziamo per averlo avuto".

Il laboratorio

L’ampia offerta è così garantita: 9 ecocardiografi, di cui 3 ecocardiografi di alta fascia, 3 ecocardiografi portatili e 3 ecocardiografi tascabili. Il parco macchine a disposizione permette di eseguire indagini ecocardiografiche sia di base che avanzate con l’utilizzo di software di analisi ecocardiografica di ultima generazione. I principali beneficiari dell’implementazione della strumentazione saranno sia i pazienti ricoverati presso l’Ospedale Maggiore che coloro che afferiscono alle strutture ambulatoriali del Centro Cardiovascolare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intitolato al dottor Pandullo il nuovo laboratorio di ecocardiografia

TriestePrima è in caricamento