Due minorenni rubano uno scooter: "pizzicati" in via Carducci dalla Polizia locale

Uno dei due ha tentato la fuga abbandonando il mezzo in via della Zonta, per poi iniziare a camminare facendo finta di niente. E'stato comunque riconosciuto e denunciato, insieme al "compare"

Fermati dalla Polizia locale due minorenni di nazionalità slovena, poi denunciati per aver rubato uno scooter. Lo scorso pomeriggio, giovedì 11 giugno, una pattuglia della Polizia Locale, in servizio in via Carducci, ha fermato un ciclomotore Piaggio Zip con targa slovena che aveva attirato l’attenzione perché, pochi giorni prima, era stato controllato e il conducente aveva dichiarato di essersi perso.

La tentata fuga

Mentre gli operatori procedevano al fermo del veicolo, un secondo scooter che anticipava il primo si è dato alla fuga. Lo scooter, un altro Piaggio Zip ma 125 di cilindrata e con targa italiana, è stato quindi inseguito da una seconda pattuglia. Il conducente, dopo alcune centinaia di metri, ha abbandonato il mezzo con il motore acceso in via della Zonta e ha tentato di scappare a piedi, mal celando una certa indifferenza nell’evidente tentativo di non essere scoperto. Gli operatori lo hanno comunque riconosciuto e fermato.

La querela e la denuncia

I due veicoli erano condotti da due cittadini sloveni, entrambi minorenni, che sono stati accompagnati presso gli uffici del Nucleo di Polizia Giudiziaria in caserma San Sebastiano per gli accertamenti di rito. I due sono stati trovati in possesso di attrezzi atti allo scasso, in particolare di una chiave a tubo modificata, con al suo interno ancora il blocchetto di accensione forzato dello scooter poco prima abbandonato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il proprietario dello scooter, prontamente avvisato del patito furto, ha sporto querela nei confronti dei due ragazzi che, privi di precedenti in Italia, sono stati denunciati a piede libero per furto in concorso e riaffidati ai genitori, nel frattempo convocati in caserma, come previsto dalla normativa vigente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morto in Costiera, addio al presidente del gattile di Trieste Giorgio Cociani

  • Primo caso a scuola a Trieste, tre docenti e 21 alunni della Gaspardis in quarantena

  • Malore in acqua al Pedocin, morto bagnante di 56 anni

  • Malore in acqua, il giovane alpinista Gianni Cergol non ce l'ha fatta

  • Ubriaco spacca una bottiglia sul bancone del bar e aggredisce i colleghi: tassista triestino denunciato

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento