Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

"Duino" dice no ai senegalesi: l'ex mobilificio diventerà casa di riposo

Firmato il preliminare tra la Fernetti srl e la proprietà dell'ex mobilificio Arcobaleno ponendo fine alla polemica contro il centro senegalese

È ufficiale,come riportato dal tweet del Tgr Rai FVG,  la società Fernetti srl  ha firmato il preliminare d’acquisto con la proprietà dell’ex mobilificio Arcobaleno di DuinoAurisina. 

È bastato un sopralluogo, capire l'ammontare degli interventi e la proposta è stata fatta. Nessun futuro per quello che doveva essere il centro di preghiera e ritrovo della comunità senegalese, progetto che già da subito aveva raccolto dissensi tra gli abitanti di Duino e politici. Era stata infatti avviata anche una raccolta firme per impedire l'insediarsi della comunità mouride.

Una vicenda che ha visto tra le prime file anche Carlo Alessandro, principe di Torre e Tasso, che recentemente aveva anche organizzato un'assemblea guidando la "rivolta" dei no.

Dall'altra parte invece, Roberto Gotter, capogruppo del Pd, sosteneva che ai fini dell'integrazione non devono esserci mura nè ostilità.

L'obiettivo della società, che pare aver risolto una polemica molto forte ed il divario che si è creato a Duino, è quello di creare una struttura polifunzionale per gli anziani.

Ora la comunità senegalese, circa 700 persone, dovrà trovare un altro immobile adeguato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Duino" dice no ai senegalesi: l'ex mobilificio diventerà casa di riposo

TriestePrima è in caricamento