Sabato, 13 Luglio 2024
Edilizia scolastica / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Largo dei Granatieri

Lavori per 50 milioni di euro nelle scuole comunali

Di questi, oltre il 60 per cento sono finanziati con fondi Pnrr, ministeriali o regionali, il restante 40 per cento sono fondi comunali, e riguarderanno la messa in sicurezza, gli adeguamenti antisismici e antincendio e interventi strutturali di vario genere

TRIESTE - Gli interventi sugli edifici delle scuole comunali in corso o appena conclusi ammontano a un valore di oltre 50 milioni di euro. Di questi oltre il 60 per cento sono finanziati con fondi Pnrr, ministeriali o regionali, il restante 40 per cento sono fondi comunali, e riguarderanno la messa in sicurezza, gli adeguamenti antisismici e antincendio e interventi strutturali di vario genere. Lo hanno dichiarato oggi gli assessori comunali Elisa Lodi (lavori pubblici) e Maurizio De Blasio (educazione), illustrando alcuni degli interventi più consistenti.

“Sono lavori da diversi milioni di euro - ha dichiarato l’assessore Lodi -, molti da fondi regionali o Pnrr, e riguardano tutte le scuole della nostra città in tutti i rioni, compreso il Carso”. Oltre all’appena terminato edificio del nuovo asilo all’ex caserma Chiarle a San Giovanni per 3 milioni di euro, si parla di 8 milioni di euro per lavori di adeguamento a norme antincendio e antisismiche in corso alla scuola Sauro Spaccini di via Tigor (più 1,4 milioni per sostituzione serramenti e altri lavori già conclusi). 6,2 milioni, invece, per l’adeguamento della scuola Caprin e 6,5 milioni saranno destinati a lavori al complesso scolastico in strada di Rozzol, già affidati a Omnia Srl, 2,6 milioni alla Fonda Savio con un primo lotto di interventi (sospesi in attesa dello spostamento della scuola in via Manzoni), due milioni per la messa in sicurezza dell’edificio in via Sant’Anastasio contenente le scuole Manna e Corsi.

Prevista anche la realizzazione di un asilo nido “contenitore” in villa Haggiconsta e sono in corso di validazione due progetti Pnrr per due nuovi asili nido a San Giovanni, ognuno da oltre due milioni di euro. Non sono previsti trasferimenti in altre strutture scolastiche a settembre per completare i lavori in corso, e gli assessori hanno assicurato che “i lavori permetteranno a tutti i bambini di stare dove stanno”.

In merito a trasferimenti provvisori già effettuati, la Sauro Spaccini rimarrà al momento all’ex Timeus poiché in via Tigor i lavori non sono terminati e dovrebbero esserlo entro il giugno del 2026, e anche gli alunni della Corsi rimarranno al Molo IV. Altri lavori di manutenzione, tra cui quelli che riguardano la Stock e la Bergamas, saranno suddivisi in lotti per permettere agl studenti di restare in sede.

In conferenza stampa è stata anche affrontata la questione della scuola Battistig di Barcola, in cui da tempo un comitato di genitori chiede l’apertura di una sezione italiana, il che necessiterebbe “un intervento di edilizia consistente - ha riferito Lodi - e l’idea è quella di inserirlo nel prossimo accordo quadro del Comune, non avendo ancora finanziamenti in questa partita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori per 50 milioni di euro nelle scuole comunali
TriestePrima è in caricamento