menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Educazione civica a scuola: Brandi e Camber promuovono raccolta firme

Al via i banchetti in piazza della Borsa"L'educazione civica è stata dimenticata in questi anni e gli effetti purtroppo si vedono, perché è stato raggiunto un imbarbarimento che grida vendetta al cielo”

Domani, giovedì 18 e dopodomani, venerdì 19 ottobre, dalle 10,00 alle 18.30, in piazza della Borsa a Trieste, il Comune di Trieste in accordo con l'Anci promuove una raccolta di firme per riportare l'educazione civica come materia autonoma nelle scuole a partire dalle elementari.

Educazione alla cittadinanza

La conferma è stata data oggi (mercoledì 17 ottobre), nel corso di una conferenza stampa, dall'assessore all'Educazione Angela Brandi e dal consigliere comunale Piero Camber che hanno evidenziato la validità di un'iniziativa popolare che punta a raccogliere entro la metà di dicembre in tutta Italia le oltre 50 mila firme necessarie a favorire l'“Educazione alla cittadinanza” come materia autonoma nelle scuole, partendo proprio dai banchi di scuola per formare “buoni cittadini”.

Diritti e doveri

Ricordando che l'ora di educazione civica era stata introdotta come materia obbligatoria esattamente 60 anni fa, nel 1958, da Aldo Moro, l'assessore Angela Brandi ha sottolineato il valore e l'importanza di questa iniziativa promossa dall'Anci e al quale il Comune di Trieste ha aderito in maniera convinta assieme al altri 800 Enti locali. “E' molto importante che ragazzi e giovani, fin dalla prima età, conoscano e sappiano quali sono i diritti-doveri del vivere civile, dalla nostra Costituzione (di cui ricorre quest'anno il 70° anniversario) fino a diventare i buoni cittadini del futuro. E' una grande battaglia di civiltà, l'educazione civica è stata dimenticata in questi anni e gli effetti purtroppo si vedono, perché è stato raggiunto un imbarbarimento che grida vendetta al cielo”.

Banchetti in piazza della Borsa

In qualità di consigliere “anziano”, Piero Camber ha a sua volta invitato i colleghi consiglieri comunali e gli assessori ad essere presenti domani e dopodomani (giovedì 18 e venerdì 19 ottobre) in piazza della Borsa ai banchetti per certificare come richiesto le firme, dando cosi evidenza e visibilità ad un'iniziativa popolare condivisa e di alto valore.

Oltre che alla due giorni nei banchetti di piazza della Borsa, si può firmare l'iniziativa popolare per l'”Educazione alla cittadinanza come materia autonoma nelle scuole” anche al Comune di Trieste, in largo Granatieri 2, primo piano, stanza 210, con il seguente orario: lunedì e giovedì dalle 9.00 alle 11.00 e dalle 14.30 alle 16.30; martedì e venerdì dalle 9.00 alle 11.00; mercoledì dalle 11.00 alle 13.00.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, il Friuli Venezia Giulia rimane in zona gialla

  • Cronaca

    Porto vecchio: variante urbanistica nell'Accordo di programma, sì agli investimenti

  • Cronaca

    Presidente del Consiglio regionale positivo al Covid: "Sto bene"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento