Cronaca

"El pedocin", il vademecum tutto da ridere di Micol Brusaferro

La giornalista triestina ha presentato il suo libro che raccoglie «frasi ascoltate qua e là e tutte quelle consuetudini che fanno parte di un bagno unico nel suo genere in Europa: abitudini, chiacchiere, costumi da mare utilizzati "e non", divertenti episodi, il tutto anticipato da una breve presentazione dello stabilimento»

foto di Marco Zeta e pagina Facebook "El Pedocin"

Lo scorso martedì 16 giugno, presso lo stabilimento balneare Lanterna, o meglio dire Pedocin, è stato presentato El Pedocin, libro dedicato agli usi e costumi più divertenti della parte femminile dell'omonimo bagno tipicamente triestino. Il libretto scritto dalla giornalista Micol Brusaferro, con disegni di Chiara Gelimini, edito da Bora.la. La presentazione e' stata affidata al giornalista Furio Baldassi, mentre sulla pagina Facebook dedicata al libro l'attore Davide Calabrese ha voluto interpretare qualche capitolo leggendolo in modo modo divertente.

«L'idea è nata perché una decina di anni fa, quando ho iniziato a frequentare sempre il Pedocin in pausa pranzo, lavorando lì vicino negli studi di Telequattro - spiega Micol -. Ho notato con grande divertimento che la parte femminile, sempre affollatissima, è un micro-mondo che fa storia a sé, con totale libertà di costumi, un'oasi tra donne dove tutte sono a proprio agio. Totalmente».

micol brusaferro el pedocin-2«Ho raccolto quindi nel tempo frasi ascoltate qua e là e tutte quelle consuetudini che fanno parte di un bagno unico nel suo genere in Europa, tanto che più volte sono venute anche televisioni straniere a raccontarlo sul posto - continua l'autrice -. È nato così il libro El Pedocin, definito una sorta di vademecum per destreggiarsi al meglio quando si entra, soprattutto se lo si fa per la prima volta. Descrivo in modo ironico le abitudini delle bagnanti, le chiacchiere tra donne, i costumi da mare utilizzati, quasi sempre "nude look", divertenti episodi ai quali ho assistito, il tutto anticipato da una breve presentazione dello stabilimento».

«Ci tengo a ringraziare il Comune di Trieste che mi ha permesso di presentare il libro all'interno del bagno Lanterna - conclude Micol Brusaferro -, in particolare al sindaco Roberto Cosolini che presente ieri, poi Bora.la che ha deciso di stampare il libro, Chiara Gelmini e Diego Manna che hanno curato e completato il libretto, e naturalmente tutte le bagnanti, soprattutto quelle più assidue, che sono state fonte di ispirazione inesauribile per i testi».

Il libro è disponibile anche su amazon, in vendita online, ed è già presente nella maggior parte delle librerie della città: Minerva, Nerosubianco, Einaudi, Lovat, Tergeste, Ubik, Transalpina, Smolars (Torri d'Europa), Indertat, Feltrinelli, Urbanwear, caffè San marco, Luglio (Il Giulia), Borsatti, Rinascita (Monfalcone) e al chiosco Lanterna (accanto all'entrata del Pedocin).

el pedocin con sindaco-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"El pedocin", il vademecum tutto da ridere di Micol Brusaferro

TriestePrima è in caricamento