Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Migliaia di voti tra Dipiazza e Russo: raggiante il sindaco, il dem prepara la rincorsa

Sarà ballottaggio tra il primo cittadino uscente e il candidato del centrosinistra. A tarda sera sono quasi diecimila le preferenze che separano la coalizione di centrodestra da quella guidata dal consigliere regionale. Affluenza al 47 per cento, quasi 100 mila persone non sono andate a votare. Boom Adesso Trieste e Movimento 3V, flop 5Stelle e Futura

AGGIORNAMENTO: è ufficiale, si va al ballottaggio

Un ballottaggio praticamente certo è quanto si deduce dai risultati parziali delle elezioni amministrative a Trieste alle 21.30. Secondo gli esiti di 182 seggi su 238 il vantaggio di Roberto Dipiazza su Francesco Russo è di oltre 16 punti, ma la probabilità che il primo cittadino uscente superi il 50% è remota (attualmente è al 47,46%). I dati del primo giorno di voto hanno subito fatto presagire un’affluenza al di sotto delle aspettative: la giornata di domenica 3 si è infatti conclusa al 34%, per arrivare al 47% il giorno dopo alla chiusura dei seggi. Sono stati circa 100mila, infatti, i cittadini che hanno disertato le urne, una partecipazione in forte calo rispetto al 53,45% raggiunto nelle amministrative del 2016. In Regione, invece, ha votato il 49,84% degli aventi diritto. 

I risultati

I risultati delle prime 12 sezioni, nel primo pomeriggio, davano la coalizione di centrodestra con Dipiazza al 46,37% e il centrosinistra di Russo al 33,72%, ma la vera sorpresa sono stati i successi di due partiti al loro esordio: Adesso Trieste con Riccardo Laterza quasi all’8% e il Movimento 3V di Ugo Rossi quasi al 4%, al di sopra del Movimento 5 Stelle di Alessandra Richetti, inizialmente a meno del 3%. Alle 21 i risultati hanno evidenziato una forbice ancora più ampia tra Dipiazza in ascesa al 47,46% e Russo in calo al 31,16%. Si mantiene sopra l’8% Laterza mentre guadagnano un altro mezzo punto i 3V (4,56%) e i 5stelle (3,56%). Da segnalare il Pd (16%) e Fratelli D’Italia (15,8%) come primi partiti in assoluto. La coalizione di Tiziana Cimolino e Giorgio Marchesich con il TLT si attestano poi intorno all'1,5%, sotto l'1% Franco Bandelli (Futura), Arlon Stok (Podemo) e Aurora Marconi (Trieste).

I commenti dei due principali sfidanti

Dipiazza si è dichiarato molto soddisfatto del risultato, sorvolando sulla scarsa affluenza alle urne (“Non mi tocca”) e dimostrandosi fiducioso sull’ormai scontato ballottaggio: “Me l’aspettavo, era impossibile farcela al primo turno con 10 candidati. Ma è difficile recuperare più di 10 punti”. Francesco Russo si dichiara “pronto per creare una grande coalizione del cambiamento” per “quei sei triestini su dieci che chiedono una giunta nuova”.

Laterza, Richetti, Rossi

Riccardo Laterza, novità del panorama politico locale con un 8% all’esordio, mette l’accento sull’astensionismo: “sentiamo la responsabilità di invertire questa tendenza. Domani ci riuniremo nella nostra assemblea a Borgo San Sergio e discuteremo cosa fare”, con l’obbiettivo di “costruire discontinuità con la politica vecchia”. Ugo Rossi si definisce “dispiaciuto per la poca affluenza” e per il post ballottaggio dichiara che “non c’è differenza tra centrodestra e centrosinistra, hanno portato avanti politiche neoliberiste”. Sul ‘flop’ cinquestelle Alessandra Richetti afferma di aver “raccolto un Movimento che faceva fatica” e che “i cittadini non hanno colto le grandi conquiste del governo Conte per Trieste, come i 400 milioni del Pnnr e la chiusura dell’area a caldo della Ferriera”, mentre afferma di essere “disponibilie a costruire” in caso di alleanza con il centrosinistra di Russo. Continua l’attesa per il risultato definitivo, attesa in tarda serata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliaia di voti tra Dipiazza e Russo: raggiante il sindaco, il dem prepara la rincorsa

TriestePrima è in caricamento