menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elisoccorso regionale, Telesca: «Elicotteri voleranno anche di notte»

Lo assicura l'assessore regionale alla Salute del Sandra Telesca in risposta alle perplessità manifestate dal consigliere Luca Ciriani a margine dell'approvazione del Piano regionale delle emergenze: «Progressivo potenziamento del servizio di elisoccorso potrebbe a contribuire a ridurre il ricorso alle autoambulanze»

Il servizio di elisoccorso notturno del 118 sarà attivato, come annunciato. Lo assicura l'assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia Maria Sandra Telesca in risposta alle perplessità manifestate dal consigliere Luca Ciriani a margine dell'approvazione, oggi in Terza Commissione consiliare, del Piano regionale delle emergenze.

«È nostra intenzione attrezzarci per far volare gli elicotteri anche di notte", conferma l'assessore, spiegando che già in altre regioni ciò avviene. In proposito l'obiettivo immediato consiste nell'omologare per il volo notturno tutte le piazzole degli ospedali hub, ovvero Udine e Pordenone, considerando che quella di Trieste lo è già. Secondo Telesca, peraltro, non è da escludere che il progressivo potenziamento del servizio di elisoccorso possa in prospettiva contribuire a ridurre il ricorso alle autoambulanze, rendendo le operazioni di pronto intervento ancora più veloci e tempestive.

Per quanto riguarda poi le preoccupazioni della consigliera Barbara Zilli, l'assessore regionale alla Salute garantisce che "la montagna non è assolutamente trascurata. Nel predisporre il Piano delle emergenze abbiamo rilevato che in montagna c'erano delle criticità e di conseguenza abbiamo previsto che in quelle aree ci siano ben quattro ambulanze in più. Prendiamo atto che chi ha governato la Regione prima di noi non se ne era accorto». Telesca Maria Laura

Replicando infine alle affermazioni del consigliere Renzo Tondo in merito a presunti ritardi nel processo di integrazione tra Azienda ospedaliera e Università a Udine, l'assessore precisa che "essa non solo sta procedendo nei tempi previsti dalla Riforma della Sanità regionale (indicati in legge due anni, quindi entro la fine del 2016) ma sarà attuata anche prima».


«Già nei prossimi giorni verrà convocato il Tavolo di confronto che dovrà portare alla definizione di un protocollo d'intesa tra le due realtà", annuncia Telesca, sottolineando però come "l'integrazione avrebbe dovuto partire ben prima, ovvero già all'atto della costituzione della nuova Azienda Ospedaliero-Universitaria. Il consigliere Tondo, preoccupandosi dell'integrazione che ancora non c'è, conferma indirettamente che, da presidente, in cinque anni egli nulla ha fatto per realizzare ciò che è necessario e che - ribadisce Telesca - noi faremo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: quasi 5 mila controlli nell'ultima settimana, 37 le sanzioni

  • Cronaca

    In giro con coltello a serramanico: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento