Cronaca

Emergenza casa e Ater, Fareambiente: «A Trieste accesso negato a 4 famiglie su 5»

«Non si risolve costruendo ma ristrutturando e riqualificando il patrimonio edilizio esistente»

«Visti i rilievi e le previsioni Ater sul fronte casa ed edilizia abitativa pubblica certo a Trieste non c'è da stare allegri con accesso negato a 4 famiglie su 5, è chiaro che non si risolve costruendo ma ristrutturando e riqualificando il patrimonio edilizio esistente» così si esprime Giorgio Cecco Coordinatore Regionale e  responsabile nazionale FareAmbiente per le problematiche della casa .

«La situazione è da anni evidente con edifici e appartamenti vuoti, molti da sistemare sia nel pubblico che nel privato – sottolinea Cecco – qualcosa in questo senso l'Ater ha fatto, ma molto c'è da fare e auspichiamo che la Regione possa destinare e veicolare le giuste risorse, nonché il Comune renda veramente utile l'Agenzia Solidarietà per l'Affitto che negli anni passati non ha dato il miglior servizio».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza casa e Ater, Fareambiente: «A Trieste accesso negato a 4 famiglie su 5»

TriestePrima è in caricamento