Cronaca

Emigrazione raddoppiata in 10 anni: in 6 mesi del 2016 oltre 2600 corregionali partiti

Una ricerca Ires su dati Istat ha riscontrato un deciso aumento dell'emigrazione, raddoppiati in dieci anni i trasferimenti all’estero di corregionali in cerca di occupazione e di opportunità

Raddoppiati in dieci anni i trasferimenti all’estero di corregionali in cerca di occupazione e di opportunità, sono i risultati elaborati da una ricerca Ires su dati Istat ha riscontrato un deciso aumento dell'emigrazione.

Dall’inizio della crisi, il Fvg è tornato ad essere una terra di emigrazione. Il fenomeno, praticamente scomparso a partire dagli Anni Ottanta, è riemerso e sta progressivamente aumentando. I dati relativi alle cancellazioni di cittadini italiani per l’estero infatti registrano un incremento che si accentua a partire in particolare dal 2011 e aumenta ulteriormente di intensità negli anni più recenti, sino a raggiungere i 2.632 casi del 2016, oltre il doppio rispetto al 2005.

Un andamento meno regolare, ma senza rilevanti variazioni si osserva tra le iscrizioni in anagrafe dall’estero: il picco era stato raggiunto nel 2005, con 970 iscrizioni, e il minimo nel 2011, con 741 casi. I saldi sono pertanto di segno negativo e il valore assoluto è in aumento, proprio per effetto della crescita di persone che decidono di trasferirsi e risiedere in un altro Paese. Sono prevalentemente i maschi che emigrano dalla regione: nel 2012 si erano trasferiti 979 uomini e 669 donne (pari al 40,6%), e nel 2016 la composizione per genere delle cancellazioni per l’estero è data da 1.518 uomini e 1.114 donne (pari al 42,3%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emigrazione raddoppiata in 10 anni: in 6 mesi del 2016 oltre 2600 corregionali partiti

TriestePrima è in caricamento