Emozioni sull'Ursus: foto e video del concerto

20.03 - L'evento, inserito nella rassegna "FuoriRegata" per la Barcolana vede sul "palco" gli "Auri-corale"

Anche l'Ursus partecipa alla grande festa della Barcolana 2014. Nell'ambito degli eventi "FuoriRegata", è andato in scena il concerto della Nuova Auricorale Vivavoce a bordo dello storico Pontone-Gru ormeggiato al Molo IV.

In occasione della Barcolana, la Guardia Costiera Asiliaria ha deciso, eccezionalmente, di "accendere" l'Ursus, illuminando lo storico Pontone anche grazie al contributo dell'Assonautica di Trieste per offrirsi in tutto il suo splendore ai concittadini, ai velisti e ai turisti richiamati dalla regata.

Il concerto si inserisce nell'ambito del festeggiamenti per il Centenario della struttura, che prevedono una serie di eventi ospitati a bordo dello storico Pontone Gru, palcoscenico di impareggiabile fascino e suggestione e che rappresentano solo uno dei tasselli dell'articolato progetto di riuso dello straordinario manufatto, recentemente oggetto di un intervento del Ministro dei Beni culturali Dario Fraceschini, riportato dal parlamentare PD Ettore Rosato, che conferma come la tutela e la valorizzazione dell'Ursus siano tra gli interessi del Governo.

«Abbiamo scelto non a caso un repertorio internazionale - spiega la Direttrice del Coro, Monica Cesar - per meglio inserirci all'interno di un evento il cui interesse e visibilità vanno oltre i confini territoriali della nostra Città, Città che storicamente vanta un respiro internazionale e mitteleuropeo. La Barcolana è un evento che pone infatti Trieste al centro dell'interesse e la fa conoscere in tutto il mondo, attirando pubblico e velisti di tutte le nazionalità. Ed è anche a loro che vogliamo dedicare la nostra performance. Per l'occasione, canteremo in russo, inglese, latino e... triestino, cominciado l'esibizione con “Marinaresca”.

«Siamo felici – afferma il Presidente della Guardia Costiera Ausiliaria del Friuli Venezia Giulia, Fabrizio Pertot – di poter essere presenti alla Barcolana con un patrimonio cittadino come l'Ursus. L'ocacsione è doppiamente felice e simbolica perchè arriva in occasione dei 100 anni del manufatto, realizzato nel 1914, la cui tutela e la valorizzazione come ricordato dal ministro Franceschi è tra gli interessi del Governo, che si è reso disponibile a organizzare un tavolo di lavoro tra le istituzioni interessate per valutare gli interventi, la fattibilità e le risorse necessarie per assicurare la salvaguardia del pontone-gru galleggiante, definito dal parlamentare Rosato, autore di un'interrogazione sottoscritta anche dai deputati democratici Tamara Blažina, Paolo Coppola e Gianna Malisani). Le parole del ministro Franceschini, a cui vanno i nostri più sentiti ringraziamenti, suonano come un riconboscimento agli sforzi compiuti in questi anni dai volontari della Guardia costiera ausiliaria, che si sono impegnati per recuperarlo e valorizzarlo anche attraverso manifestazioni di carattere cuturale, ma che da soli non possono portare avanti dei concreti progetti di recupero del manufatto. Sono felice – conclude Pertot – che finalmente qualcosa si stia muovendo e che l'Ursus – che già doveva essere illuminato di rosa per l'arrivo del Giro d'Italia, ma la presenza a bordo dell'imprenditore Marcello Di Finizio rendeva impossibile tale utilizzo, possa finalmente essere al centro di importanti iniziative di interesse cuturale e turistico come la regata velica Coppa d'Autunno. Ora, grazie al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, potremo eseguire i lavori mettere in sicurezza il pontone che porta ancora i segni della tempesta che lo ha danneggiato un paio d'anni fa. E successivamente potremo finalmente esaudire le proposte di eventi culturali e musicali che alcune associazioni intendono organizzare a bordo, utili anche a raggranellare dei fondi utili alle primarie necessità del pontone e soprattutto a saldare il debito che ancora si ha nei confronti della Tripmare per il suo salvataggio. Ci auguriamo che, al termine di questa tranche di lavori, per le prossime iniziative possa essere concessa al Pontone la possibilità di lasciare la sede periferica del Molo IV per occupare il centro della scena che gli compete, davanti a piazza Unità, così da regalare ai turisti e ai Triestini tutto il suo splendore».

«Ringraziamo - aggiunge il Vicepresidentde della GCA, Roberto de Gioia - per il sostegno la Pertot Srl Ecologia/Servizi senza la quale l'evento non avrebbe potuto avere luogo. Il nostro auspicio è che sia solo il primo di tanti eventi che verranno ospitati a bordo dell'Ursus, restituendole un ruolo centrale anche come degno e suggestivo palcoscenico di manifestazioni di prestigio». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore durante l'allenamento in palestra, salvata da un infermiere in pensione

  • Cappotto, come scegliere il modello giusto in base alla tua silhouette

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento