Cronaca

Lavoro e studio, Vito: «Valorizzare corso ingegneria navale all'università di Trieste»

L'assessore all'Energia del Friuli Venezia Giulia, Sara Vito, sui possibili sbocchi lavorativi in regione

«Per garantire sempre maggiori sbocchi ai neolaureati, è giusto ed opportuno che il corso di laurea in Ingegneria Navale dell'Università di Trieste si allinei perfettamente con le esigenze del mondo imprenditoriale».

Intervenendo al convegno internazionale Atena Offshore Vision 2016, il convegno internazionale svoltosi oggi a Monfalcone ed incentrato sulle sfide dell'energia, in particolare sulle frontiere della ricerca e su nuove applicazioni e tecnologie, l'assessore all'Energia del Friuli Venezia Giulia, Sara Vito, ha posto l'accento sulla valorizzazione del patrimonio universitario regionale «che deve essere in grado di fornire professionalità di alto livello laddove ci sia un bisogno reale».

«È stata una grande opportunità di informazione e formazione - ha aggiunto Vito - che sono certa sarà stata colta al meglio dai futuri ingegneri. Possiamo e dobbiamo fornire i migliori cervelli all'industria che necessità di continuo apporto di alto livello», ha concluso l'assessore, ricordando le collaborazioni su più fronti tra la direzione regionale Ambiente ed Energia e gli atenei di Udine e Trieste in forza di due convenzioni che, ha evidenziato, permettono un proficuo scambio di competenze tecnico-scientifiche.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro e studio, Vito: «Valorizzare corso ingegneria navale all'università di Trieste»

TriestePrima è in caricamento