Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Ennesimo Raggiro ad Anziana

Ennesimo raggiro ieri mattina perpetrato ai danni di un’anziana conclusosi con una sottrazione di denaro nel rione di San Giacomo. Un’anziana è stata avvicinata in strada da un uomo di circa 40 anni, che si trovava alla guida della propria...

Ennesimo raggiro ieri mattina perpetrato ai danni di un'anziana conclusosi con una sottrazione di denaro nel rione di San Giacomo.
Un'anziana è stata avvicinata in strada da un uomo di circa 40 anni, che si trovava alla guida della propria autovettura.
In tono confidenziale questi le ha chiesto come stava e di conoscerla come la zia di un conoscente, fornendole anche delle precise indicazioni in merito al presunto nipote.
La donna ha avuto dei tentennamenti, ma il tono confidenziale e pacato dell'uomo l'hanno rassicurata.
Questi le ha detto che suo nipote aveva acquistato poco prima nel di lui negozio sito all'interno di un centro commerciale alcuni capi di abbigliamento del valore di 4400 euro e di avergli detto di rivolgersi alla zia per il pagamento.

Il nipote, infatti, nel pomeriggio sarebbe passato dalla zia per ritirare i vestiti e restituire alla zia il denaro prestato.
Non avendo la piena disponibilità di denaro, la donna si è fatta accompagnare in un istituto bancario della zona per ritirare il denaro in contanti. L'uomo non vi è entrato con lei con la scusa di dover trovare un posto per parcheggiare l'autovettura e, all'uscita, si è fatto consegnare dalla donna la busta con i contanti. A questo punto egli ha fatto una telefonata, lasciandole intendere di prendere accordi con il nipote, e al termine l'ha salutata cordialmente.
Ieri pomeriggio la donna ha telefonato alla cognata e al nipote, scoprendo il raggiro.

Trattandosi di un fenomeno criminoso che colpisce le fasce più deboli e indifese della popolazione e, proprio per questo, ancora più moralmente riprovevole, la Questura invita ancora una volta tutta la cittadinanza, in particolare le persone che vivono da sole e anziane, a telefonare tempestivamente al 113 in presenza di situazioni anomale che potrebbero rappresentare dei tentativi di truffa, architettati con l'utilizzo di disdicevoli raggiri che molto spesso fanno leva sui sentimenti e sulla sensibilità umana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ennesimo Raggiro ad Anziana

TriestePrima è in caricamento