Eroina e marijuana nelle mutande, poi la Polizia Locale trova il suo spacciatore: arrestati

E'successo il 9 novembre a Opicina: il giovane si guardava intorno con fare sospettoso e la Polizia Locale lo ha perquisito, per poi ispezionare la casa da cui usciva. Il proprietario teneva in casa 300 grammi di eroina e 200 grammi di marijuana, più 20mila euro in contanti

Nasconde eroina e marijuana nelle mutande, poi la Polizia Locale individua anche il suo spacciatore. Èsuccesso nel tardo pomeriggio del 9 novembre, il personale del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale ha focalizzato l'attenzione in via di Prosecco su un giovane, P.D., Monfalconese di 31 anni. Il ragazzo camminava velocemente dopo essere uscito da una casa unifamiliare di via degli Alpini, e si guardava intorno con fare sospettoso. L'iniziale attivita' d'ispezione e controllo ha dato esito negativo ma il persistente nervosismo esternato dal giovane e per i precedenti specifici a suo carico emersi a seguito di interpello della Banca Dati Interforze hanno indotto gli agenti a perquisirlo, previo accompagnamento presso la Caserma San Sebastiano di via Revoltella.

Droga negli slip

I sospetti degli operatori hanno trovato ben presto conferma poichè P.D. aveva occultato all'interno degli slip due involucri di nylon contenenti rispettivamente piu' di 30 grammi di eroina e alcune dosi di marijuana. E'stato avvisato tempestivamente il Magistrato di turno Massimo De Bortoli, che ha concordato nel procedere anche nei confronti del cedente, individuato quale residente della casa da altri operatori rimasti nel frattempo sul posto. Poco dopo le ore 21:00 una squadra di agenti si è presentata alla residenza di S.D., triestino del 1971 per procedere alla perquisizione sua e dell'appartamento.

Gli arresti

Nonostante sino all'ultimo l'uomo avesse cercato di eludere il controllo e sviare l'attenzione degli operatori, questi hanno rinvenuto nella sua disponibilità quasi 300 grammi di eroina e 200 grammi di marijuana, oltre a materiale idoneo per il confezionamento delle dosi. Non solo ma, occultati in alcuni cassetti del mobilio dell'appartamento gli investigatori hanno trovato denaro contante per un importo complessivo pari a più di 20mila euro, in tagli da 5, 10, 20, 50 e 100, a ragione considerati provento dell'attività di spaccio dell'uomo. Per quanto sopra i due soggetti sono stati arrestati per la violazione dell'art. 73, comma 1, del dpr 309/90 (normativa sugli stupefacenti) e dopo gli adempimenti di rito sono stati condotti nel carcere del Coroneo a disposizione dell'A.G. procedente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

Torna su
TriestePrima è in caricamento