Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

"Escluso" da scuola per burocrazia: ora può andarci grazie al ricorso in appello

Il bambino di sei anni rischiava di perdere buona parte dell'anno scolastico e aveva già saltato il primo giorno di scuola a causa della burocrazia e di una situazione familiare complessa

Si conclude con un lieto fine la storia paradossale del bimbo di sei anni conteso tra madre e padre, che rischiava di perdere buona parte dell'anno scolastico e aveva già saltato il primo giorno di scuola a causa della burocrazia e di una situazione familiare complessa. Secondo il collegio del Tribunale dei minori il rapporto tra i due ex coniugi è così problematico e burrascoso da compromettere la serena crescita del figlio, motivo per cui ha sospeso loro la responsabilità genitoriale. Il bimbo non poteva quindi andare a scuola perché i genitori non potevano firmare la dovuta autorizzazione, che sarebbe spettata a un tutore. Questa figura, tuttavia, potrebbe venir nominata dal giudice tutelare addirittura tra qualche mese.

A quel punto la madre, assistita dall'avvocato Giovanna Augusta De'Manzano, ha presentato ricorso in Corte d'appello e l'udienza si è tenuta ieri con esito parzialmente favorevole. La Corte autorizza quindi la madre a iscrivere il minore alla scuola Dardi e anche a fargli eseguire la necessaria vaccinazione. Purtroppo, per l'iscrizione alle attività sportive e al corso di inglese si dovrà attendere la nomina del tutore, che avverrà verosimilmente nella prima settimana di novembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Escluso" da scuola per burocrazia: ora può andarci grazie al ricorso in appello

TriestePrima è in caricamento