menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esercitazione militare "Clever Ferret 2017", gli alpini della "Julia" collaborano con Ungheria e Slovenia

Un'operazione che vede coinvolte 1000 unità per testare le procedure e l'interoprabilità ai minimi livelli

Da fine ottobre è in atto l’esercitazione “Clever ferret 2017”; in Ungheria, presso il poligono di Varpalota, oltre 1000 militari Italiani, Ungheresi e Sloveni della “Multinational Land Force” su base Brigata Alpina “Julia” stanno testando sul campo le loro capacità operative al fine di implementare la cooperazione tra eserciti alleati. Il Generale Paolo Fabbri, Comandante della Brigata Alpina “Julia” ed il Generale di Brigata Gábor Böröndi, Capo delle Forze Terrestri Ungheresi, alla cerimonia di apertura (30 ottobre) hanno sottolineato le capacità degli assetti nell’interoperabilità sul terreno.

Per l’Esercito l’obiettivo é quello di misurare e perfezionare l’interoperabilità degli assetti ai minimi livelli, procedere sul terreno con formazioni di squadre e nuclei misti, in close combat. Si tratta di un appuntamento fondamentale per il confronto e l’affinamento delle tecniche, tra gli eserciti delle nazioni interessate, nell’ ottica della comunità di intenti e di condivisione di tattiche e procedure. Per la Brigata Alpina “Julia”, dopo il 2003 e il 2010 alla terza esercitazione in Ungheria, alla “Clever Ferret 2017” sono presenti unità del 7° reggimento alpini, di stanza a Belluno, del 2° reggimento genio guastatori di Trento, unità esploranti del reggimento Piemonte cavalleria (2°) di Villa Opicina (TS) ed altri nuclei specialistici, del 5° reggimento AVES “Rigel” di Casarsa e del 4° reggimento AVES “Altair” di Bolzano, personale qualificato ed esperto nell’operare a bordo di elicotteri.

Va evidenziato il grande lavoro sostenuto per il supporto logistico dell’esercitazione. L’intera forza schierata è stata sistemata in un unico accampamento, che serve tutti i 1000 militari, uomini e donne, delle tre nazioni. La complessa struttura è stata allestita con rapidità ed efficacia soprattutto dal reggimento logistico “Julia” e dal Reparto Comando e Supporti Tattici “Julia” di Udine, ma anche con il contributo di squadre appartenenti a tutti i reparti presenti alla “CLEVER FERRET 2017”, ulteriore conferma della piena complementarietà tra i reparti operativi e logistici schierati. Fondamentale anche l’utilizzo dei sistemi di comunicazione: apparati radio di ultima generazione delle diverse nazioni hanno lavorato su uguali frequenze confermando la piena compatibilità tra loro, nell’ottica di un possibile impiego congiunto futuro. Con la visita del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Danilo Errico, domani, venerdi’ 10 novembre, si concluderà la “CLEVER FERRET 2017”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg: 643 nuovi casi, scende il tasso di positività

  • Cronaca

    Fedriga chiude le scuole, sabato la protesta in piazza Unità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento