Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Esodo estivo, bollino rosso in autostrada: code già dalla mattina al casello Trieste Lisert

9.50 - Divieto di circolazione per i mezzi pesanti di massa superiore alle 7 tonnellate e mezzo già da ieri e per tutta la giornata di domani. Cantieri ridotti al minimo

Aggiornamento 18.50 - Il serpentone di auto sulla A4 Venezia-Trieste , un'arteria autostradale che è quasi un passaggio obbligato per chi dal Nord ovest dell'Italia si dirige verso le spiagge dell'alto Adriatico o verso i paesi del Centro ed Est Europa, si è formato a metà della mattinata di oggi, sabato 10 agosto, in direzione Trieste ed è rimasto pressochè inalterato fino alle 18 del pomeriggio, quando persistevano ancora code a tratti fra San Donà di Piave e San Giorgio di Nogaro e 4 chilometri - in uscita - alla barriera di Trieste Lisert. Solo a quell'ora, infatti, i flussi in arrivo dal Passante di Mestre si sono fatti meno intensi e hanno consentito un lento decongestionamento dell'asse autostradale. Non si è trattato - se non in alcuni momenti - di colonne ferme, ma di un avanzamento lento intervallato da frequenti fermate. Per effettuare il percorso Venezia - barriera di Trieste Lisert che normalmente si copre in un'ora e 15 minuti, oggi serviva più del doppio del tempo. Autovie Venete, di concerto con Cav, la società che gestisce il Passante di Mestre, ha attivato il reindirizzamento del traffico in piùoccasioni: dalle sette e 30 alle 8 e 40 del mattino e dalle 15,00 alle 15 e 40 del pomeriggio, dirottando i veicoli lungo la A27/A28 per poi farli rientrare in A4 all'altezza di Portogruaro. Previsioni pienamente rispettate, quindi, in questo secondo week end di agosto, tradizionalmente quello a maggior concentrazione di traffico, con flussi di transito elevatissimi. Tutta la settimana, per la verità è stata ad alta intensità di traffico sia leggero sia pesante (i mezzi pesanti di massa superiore alle 7 tonnellate e mezzo non potevano circolare dalle 14,00 alle 22,00 di venerdì 8 agosto e dalle 7.00 del mattino alle 22.00 di sabato 9 agosto) ma è dalla serata di giovedì che si è registrato l'incremento si è fatto sentire maggiormente. Super lavoro per la task force che Autovie Venete mette in campo ogni anno e che consente di contenere i disagi, anche in presenza di sinistri. Sono oltre 200 le persone, fra esattori, ausiliari della viabilità, squadre di manutenzione d'urgenza e tecnici degli impianti - coordinati dal Centro Radio di Palmanova - impegnate lavorare durante i fine settimana di luglio e agosto. Da qualche anno, la Concessionaria ha inserito nell'organico estivo anche un team di persone (normalmente impiegate in altri settori aziendali, che hanno offerto la disponibilità per l'estate a integrare il lavoro dei colleghi impegnati sulla strada), appositamente formate utilizzate nei caselli più soggetti a code, in prossimità degli svincoli o dei nodi di confluenza. Sono i cosiddetti "movieri" la cui funzione è quella di indirizzare i veicoli per rendere più fluida la circolazione. Particolarmente efficaci, per la rapida risoluzione degli incidenti, i soccorsi meccanici disposti in punti strategici, vicino ai caselli. In questo modo, il tempo di intervento si riduce notevolmente e, di conseguenza, lo sgombero dei veicoli incidentati o guasti avviene con maggior rapidità, cosa fondamentale soprattutto nel tratto di A4 interessato dai lavori della terza corsia.

Aggiornamento delle 12.30 - Traffico ancora in aumento sulla A4 Venezia-Trieste con un lungo, praticamente ininterrotto serpentone di auto dal bivio A57/A4 fino a San Giorgio di Nogaro (Ud). Pieni i piazzali dei caselli di Portogruaro, San Stino e Cessalto. Code in entrata al casello di Latisana e code di 2 chilometri, in uscita, alla barriera di Trieste Lisert. Secondo le previsioni di Autovie Venete la situazione rimarrà inalterata anche nelle prossime ore. 

Aggiornamento 10.48 - Non sarà l'esodo inteso nel senso tradizionale del termine (tutti insieme appassionatamente in coda verso le spiagge), ma il traffico diciamo così "da vacanza" non è certo mancato sulla rete di Autovie Venete e in particolare sulla A4 Venezia-Trieste e sulla A28 Portogruaro-Conegliano. Non molto gravi, per fortuna, gli incidenti che si sono verificate durante la notte fra venerdì 8 e sabato 9 agosto in A4, ma determinanti per il congestionamento del traffico. Verso mezzanotte e mezza il primo, accaduto fra Latisana e San Giorgio, in direzione Trieste, con 5 auto coinvolte che hanno impegnato la corsia di sorpasso. Conseguenza inevitabile la coda, che ha raggiunto un massimo di 11 chilometri. Traffico molto sostenuto e code a tratti hanno caratterizzato la circolazione durante tutta la notte, fino alle prime ore del mattino quando, dalle 7 e 30 alle 8 e 40 è stata decisa la chiusura del Passante di Mestre per consentire di alleggerire dalla congenstione il tratto di A4 compreso fra Quarto D'Altino e San Donà di Piave (interessato dai cantieri per la costruzione della terza corsia) dove un mezzo in panne stava creando una serie di criticità. Attivato anche il re-indirizzamento del traffico sulla A27/A28 (le auto potevano rientrare in A4 a Portogruaro). Il by-pass è stato utilizzato anche per i transiti in direzione Slovenia, con deviazione dei flussi di veicoli sulla A34 Villesse-Gorizia quando la coda alla barriera di Trieste Lisert ha superato i 6 chilometri. Per agevolare gli utenti, al casello di Villesse è stato distribuito un pieghevole in italiano e in inglese che illustrava nel dettaglio gli itinerari alternativi da seguire per raggiungere le destinazioni della costa dalmata o i Paesi del Centro ed Est Europa Alle 10 e 30 del mattino il flusso di traffico in A4, sempre in direzione Trieste, risulta ancora in aumento, con code a tratti fra San Stino e San Giorgio di Nogaro, 1 chilometro di coda al Lisert e forti rallentamenti in uscita al casello di Cordignano sulla A28. 

Ancora bollino rosso, questo fine settimana (8-10 agosto), sulla rete di Autovie Venete. Già a cominciare da ieri mattina, venerdì 8 agosto, il traffico è stato sostenuto in direzione Trieste e così per tutto il giorno, con code all'uscita della barriera di Trieste Lisert.

Sabato 9 agosto, sarà comunque la giornata più difficile. Probabili code in A4, in uscita, ai caselli Cessalto, San Stino e al casello di Latisana soprattutto in entrata. Flussi molto sostenuti in direzione Trieste per tutta la notte tra venerdì 8 e sabato 9 agosto e per tutta la giornata di sabato 9, con code alla barriera di Trieste Lisert. Il traffico sarà molto intenso anche in A23 con rallentamenti che dureranno per tutta la mattinata in direzione Tarvisio - Palmanova.

Domenica 10 agosto transiti molto elevati, in entrambe le direzioni di marcia, soprattutto nel tratto della A4 compreso tra San Donà di Piave e il nodo di Palmanova in direzione Trieste, ma non dovrebbero esserci congestioni ai caselli della rete.

Anche quest'anno i viaggiatori diretti in Slovenia, potranno acquistare la "vignetta" per le autostrade slovene nelle aree di servizio di Bazzera Sud sulla A57 Tangenziale di Mestre, e in A4 a Calstorta Sud, Fratta Sud, Gonars Sud, evitando così di congestionare l'area di servizio di Duino Sud (ultimo rifornimento in Italia prima del confine con la Slovenia).

Divieto di circolazione per i mezzi pesanti di massa superiore alle 7 tonnellate e mezzo venerdì 8 agosto dalle 14.00 alle 22,00; dalle 7.00 del mattino alle 22.00 di sabato 9 agosto. Domenica 10 agosto, il divieto sarà in vigore dalle 7.00 alle 23.00. I mezzi pesanti, quindi, potranno circolare dalle 22.00 alle 7.00 nelle notti tra venerdì 8 e sabato 9; e tra sabato 9 e domenica 10 agosto.

I cantieri: attivi solo quelli notturni (dalle 21,00 alle 6,00 del mattino) per la pulizia della banchina centrale, il ripasso della segnaletica orizzontale, e il ripristino di guard rail incidentati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esodo estivo, bollino rosso in autostrada: code già dalla mattina al casello Trieste Lisert

TriestePrima è in caricamento