Esplosione di Trebiciano, quarto giorno di bonifica: un anno fa la visita dei Carabinieri

Secondo alcune voci e indiscrezioni i Carabinieri del Nucleo Antiterrorismo avevano effettuato un sopralluogo nella villa di Terzoni

I Vigili del fuoco in piazza a Trebiciano mentre si vestono e preparano per recarsi alla villa

Come abbiamo scritto in questi giorni, nella villa del bidello di 51 anni Dario Terzoni, deceduto in seguito all’esplosione di una bomba sulla quale stava armeggiando, è stato rinvenuto un vero 3 proprio “arsenale bellico”. Da venerdì, giorno del tragico incidente, sono già quattro i giorni in cui i Vigili del fuoco e i loro specialisti del Ncbr e gli artificieri di Polizia ed Esercito stanno lavorando notte e giorno per bonificare l’area dalle bombe collezionate dalla vittima nel garage di casa.

Stando poi alle voci dei vicini di Trebiciano e alcune indiscrezioni, pare che la passione pericolosa di Dario Terzoni fosse nota ai Carabinieri e che sia stato oggetto di una visita da parte del Nucleo Antiterrorismo dell’Arma, all’incirca un anno fa.

Continuano intanto le indagini della Procura per risalire all’origine della bomba di mortaio che ha ucciso Terzoni, appassionato e frequentatore di fiere e mercati del settore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Dinner cancelling: come funziona la dieta seguita da Fiorello per dimagrire

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • Caffè, asporto e consumo su suolo pubblico: i chiarimenti sull'ordinanza

  • Il Wi-Fi in casa è pericoloso per la salute: l'Iss fa chiarezza

  • Indietro fino ad inizio ottobre, nei 1432 positivi di oggi "pesano" i dati di Insiel

Torna su
TriestePrima è in caricamento