Cronaca

Espulsi, rientrano in Italia: un arresto e una denuncia

Si tratta di due cittadini stranieri di 33 e 36 anni. Entrambi si trovavano in Italia senza autorizzazione ministeriale.

Foto di repertorio (Aiello)

Nel pomeriggio di domenica la Polizia di Stato ha arrestato un cittadino albanese di 33 anni perché, pur essendo stato espulso per dieci anni, era rientrato in Italia privo della necessaria autorizzazione ministeriale. Il suo comportamento era, tra l’altro, recidivo, avendo già violato in passato le prescrizioni imposte. Un altro uomo è stato rintracciato dal personale della Volante del Commissariato di P.S. di Duino Aurisina, che impegnato nel controllo del territorio, ha controllato a San Giovanni di Duino, con direzione l’ex confine italo-sloveno di Fernetti, un pullman di linea diretto da Milano in Albania. A bordo infatti hanno "beccato" un altro suo connazionale 36enne, anch’egli rientrato in Italia dopo la sua espulsione e prima dei cinque anni imposti, senza aver chiesto la necessaria autorizzazione ministeriale. L’uomo è stato denunciato. Grazie a un’attenta e precisa attività di controllo anche documentale effettuata dagli operatori, unitamente ai riscontri fotodattiloscopici a cui sono stati sottoposti, i due stranieri sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Espulsi, rientrano in Italia: un arresto e una denuncia

TriestePrima è in caricamento