Cronaca Barcola - Gretta

Barcola, portoni usati come toilette e parcheggi "selvaggi": i residenti chiedono servizi e forze dell'ordine

Le segnalazioni dei residenti in circoscrizione parlano anche di pochi bottini per le immondizie, "inadeguati al crescente afflusso di persone". Il vicepresidente di circoscrizione Walter Gasperi: "Residenti felici della movida e del turismo, ma necessario rispettare le regole"

Auto parcheggiate davanti ai passi carrabili, pochi bottini dell'immondizia e servizi igienici, tanto che alcuni partecipanti alla movida barcolana, dopo una certa ora, si sentono legittimati a usare i portoni delle case come toilette. Sono alcuni dei problemi segnalati in III circoscrizione dai residenti, problemi che si ripresentano ciclicamente ogni estate ma con il progressivo aumento dell'afflusso turistico e della movida si stanno facendo sempre più pressanti.

Come riferisce il vicepresidente di circoscrizione Walter Gasperi, questo afflusso è tuttavia accolto con grande favore dai Barcolani: "Abbiamo un incremento della popolazione a Barcola di tantissime persone, ne abbiamo 100mila e più sul lungomare e questo per me e tutti i cittadini è un fiore all'occhiello. I Barcolani sono contenti di questo afflusso di giovani e di famiglie ma chiedono il rispetto delle regole e un incremento delle forze dell'ordine".

"I cittadini che hanno la fortuna di vivere sul lungomare - continua Gasperi, riportando le voci dei residenti - lamentano la maleducazione di chi parcheggia incurante la propria auto davanti ai passi carrabili, impedendo a chi ha pagato regolarmente una concessione di poter uscire liberamente dal proprio accesso facendo tardi al lavoro o, in caso di necessità ed emergenza, di riuscire a raggiungere ila destinazione in tempi utili. C'è poi una carenza di bagni pubblici che porta inevitabilmente al fatto che la gente vada a orinare davanti ai portoni delle case, specialmente nelle ore serali. Non è una giustificazione il fatto che manchino i servizi ma incentivarnne la posa sarebbe sicuramente migliorativo".

"I cestini sul lungomare - segnala ancora il vicepresidente della III circoscrizione - sono sempre pieni, questo vuol dire che i cittadini non gettano le cartacce per terra, bisognerebbe aumentarli di numero o renderli più capienti. Il problema delle scalette sarà risolto a breve ma trovo triste che si voglia dare un 'contentino' agli abitanti di Barcola con alcuni parcheggi dedicati ai residenti mentre il vero problema è che fortunatamente siamo una città molto attraente, e sono molti i turisti e i cittadini che non risiedono nella zona ma la frequentano. Per far rispettare le regole sarebbe opportuno reclutare più agenti di Polizia Locale o altre forze dell'ordine, con assunzioni anche stagionali. Uniremmo cisì l'utile al dilettevole, con giovani e turisti che si divertono e residenti che saranno ben lieti di raccoglierli a braccia aperte".

La circoscrizione riporta infine un'annosa richiesta da parte dei residenti: "Da tanti anni si chiede di portare alcuni camion di sassolini nelle spiagge dove le mamme portano i loro bambini piccoli a fare i primi bagnetti e in tanto tempo non si è mai visto nulla. Sarebbe opportuno non solo per i bimbi ma anche per le persone anziane".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcola, portoni usati come toilette e parcheggi "selvaggi": i residenti chiedono servizi e forze dell'ordine

TriestePrima è in caricamento