menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cronaca

Evade oltre un milione e mezzo di euro, viveva in una casa Ater

L'uomo proponeva la vendita di imbarcazioni a mezzo siti internet specializzati nel settore.

La Compagnia della Guardia di Finanza di Prosecco ha recentemente concluso una verifica fiscale condotta nei confronti di un evasore totale che, pur vivendo in un alloggio ad edilizia residenziale sovvenzionata per mancanza di redditi, si permetteva il lusso di spendere anche più di mille euro al mese con carta di credito.

Per l’avvio delle attività ispettive, coordinate dal Comando Provinciale, si rendeva necessario procedere ad un controllo incrociato in collaborazione con una polizia estera in quanto, dalle banche dati esaminate nel corso di altra attività, era emersa una dubbia fattura relativa ad una compravendita di natanti e lussuose imbarcazioni da diporto tra soggetti esteri e clienti privati nazionali. 

Dall’esecuzione delle indagini, svolte anche mediante l’ausilio delle notizie acquisite dal web, è emerso come il nullatenente, nonostante fosse totalmente sconosciuto al fisco, di fatto proponeva la vendita di imbarcazioni a mezzo siti internet specializzati nel settore. _DSC0668-2

L’analisi della documentazione acquisita nel corso della verifica fiscale nonché l’esecuzione delle indagini finanziarie effettuate sui conti correnti bancari e postali, hanno permesso di ricostruire analiticamente l’effettivo reddito della persona, nonché di segnalare agli uffici finanziari competenti oltre 1 milione e mezzo di ricavi non dichiarati ed IVA per oltre 300.000 euro.

Nonostante le ingenti disponibilità di denaro, il finto nullatenente non aveva esitato a richiedere l’alloggio all’ATER triestina per motivi legati al reddito, formalmente inesistente, tanto da riuscire ad ottenere un appartamento con canone di locazione irrisorio.

Al termine delle attività il soggetto beneficiario è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per le violazioni previste e punite dalle norme regolanti la materia dei reati tributari nonché con l'accusa di indebita percezione di erogazioni pubbliche a danno del bilancio locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade oltre un milione e mezzo di euro, viveva in una casa Ater

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento