menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Ottantenne "insospettabile" evade il fisco per 2 milioni di euro

Nei guai anche la giovane compagna. L’anziano si sarebbe avvalso di società “schermo” estere per far perdere le proprie tracce e trasferire il denaro prima in Croazia e poi in Slovenia, servendosi di una società “off shore” registrata in un paradiso fiscale

Un insospettabile pensionato ottantenne e la sua giovane compagna sono risultati responsabili a vario titolo di evasione fiscale internazionale, emissione di fatture false, autoriciclaggio, riciclaggio e attribuzione fraudolenta di valori per più di 2 milioni di euro.

Clienti sia italiani che esteri

È quanto emerso dalla meticolosa attività di intelligence dei finanzieri del Nucleo di Polizia Economico- Finanziaria di Gorizia, che ha permesso di inquadrare il pensionato nel ruolo di negoziatore internazionale, completamente sconosciuto al fisco italiano, al servizio di diversi clienti sia italiani che esteri (sia comunitari che Extra). Questi, avvalendosi di consulenti elvetici, è riuscito negli anni ad accumulare notevoli somme di denaro, non versando nelle casse dello Stato italiano IRPEF per circa un milione di euro.

Evasione per 1,2 milioni: tre aziende a Trieste "sfruttate" dalla banda del gasolio

Società schermo e paradisi fiscali

L’ ottantenne si sarebbe avvalso di società “schermo” estere per far perdere le proprie tracce e trasferire il denaro prima in Croazia e poi in Slovenia, servendosi di una società “off shore” registrata in un paradiso fiscale. Inoltre l’insospettabile pensionato è stato denunciato a piede libero anche per autoriciclaggio ed attribuzione fraudolenta di valori, avendo reinvestito la ricchezza occultata al fisco in altre attività economiche estere, creando così un meccanismo complesso per intralciare eventuali controlli, con la connivenza della giovane compagna quale “prestaconto” per riciclare i contanti. La posizione dei due soggetti è tuttora al vaglio della locale Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento