Dovrebbe essere ai domiciliari ma è al bar, arrestato per evasione

Un giovane di 27 anni è stato portato in carcere a Gorizia dopo che la Squadra Volante del capoluogo isontino ha scoperto il reato di cui dovrà rispondere di fronte all'autorità giudiziaria

La Polizia di Stato di Gorizia il pomeriggio del 10 giugno ha arrestato un 27enne evaso dai domiciliari e che al momento del fermo si trovava in un bar di via Crispi nel capoluogo isontino.

Un equipaggio della Squadra Volante di Gorizia infatti, in un consueto controllo del territorio, ha riconosciuto l’uomo già noto alle forze dell’ordine e ha provveduto ad interpellarlo sulla sua presenza nell’esercizio pubblico. Il 27enne si è in un primo momento giustificato affermando di essersi fermato al bar solo per una breve sosta, asserendo come l’esercizio pubblico fosse sull’itinerario di rientro verso la personale abitazione. Il giovane infatti ha affermato di essere autorizzato a prestare attività lavorativa al di fuori della propria casa.

Tuttavia, i successivi accertamenti, grazie ad audizioni testimoniali e in ragione delle immagini delle telecamere, hanno smentito la versione del 27enne. Il giovane infatti risultava assente dal lavoro già dal primo pomeriggio ed era arrivato al bar circa due ore prima. Durante quel tempo avrebbe ordinato più volte da bere. Immediato quindi l’arresto con l’accusa di evasione. Il 27enne è stato accompagnato presso il carcere di Gorizia, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Sono stato aggredito con un piede di porco", triestino all'ospedale: "Volevano entrare in casa"

  • Incidente in via Udine: insulti e minacce di morte ad un medico del 118

  • Bimbo cammina in fondo alla chiesa, alcuni fedeli "cacciano" lui e la madre

  • Mano pesante del Questore, giù le serrande del Mc Donald's per una settimana

  • Trieste e Vienna sempre più vicine: in arrivo il nuovo collegamento ferroviario

  • Acqua alta sulle rive e piazza Unità, allagamenti anche a Muggia e Grado (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento