menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Fiat Campo Marzio; Tensione tra Costruttori e Residenti

Si è svolto questa mattina il sopraluogo della VI Commissione, presieduta dall'UDC Roberto Sasco, al cantiere in Campo Marzio nell'area dell'ex FIAT. In tale area dovrebbero sorgere 135 appartamenti e 676 posti auto; i lavori dopo l'uscita di...

Si è svolto questa mattina il sopraluogo della VI Commissione, presieduta dall'UDC Roberto Sasco, al cantiere in Campo Marzio nell'area dell'ex FIAT.

In tale area dovrebbero sorgere 135 appartamenti e 676 posti auto; i lavori dopo l'uscita di scena della Vittadello sono portati avanti dalla ditta Collini. Inoltre troverà posto un'area commerciale per una superficie di 5.000 mq circa.

La riunione è stata richiesta dal Consigliere Fabio Omero sollecitato dai comitati che si oppongono a tale opera.

Purtroppo si è trattato di una riunione monca perché, causa sopratutto il vento, ben poco si è potuto capire e sentire in merito alle problematiche del progetto esposte dall'avvocato Terpin. Commissione di fatto trasformata in un dialogo faccia a faccia tra proprietà e singoli cittadini.....

Tant'è vero che il consigliere comunale del PDL, Lorenzo Giorgi, con una mozione d'ordine ha voluto interrompere la commissione, impegnando il Presidente a riconvocarla martedì 8 marzo nella sala del Consiglio Comunale per dare la possibilità a consigliere e cittadini di poter, carte alla mano, capire e discutere il tutto con chiarezza.

La prima scesa in campo dei cittadini della zona risale al 1996, appena iniziano a circolare le prime voci sul progetto di trasformazione dell'ex concessionaria Fiat. In quell'anno il Comitato Campo Marzio, sorto per iniziativa di un gruppo di residenti di via Reni, via Picciola e piazza Carlo Alberto dichiara "ufficialmente guerra" alla cementificazione intensiva del rione.

Si era pure giunti ad un ricorso al Tar dei residenti, che però era stato respinto negando l'illegittimità della concessione

Problematiche odierne sono anche legate alle uscite dei futuri parcheggi come ad esempio verso via Picciola, dove parte della strada, secondo i residenti, sarebbe privata. Proteste anche per i continui nuvoloni di sabbia che si alzano rendendo impossibile per i vicini tenere aperte le finestre, i rumori insopportabili e continui provenienti dal cantiere che opera secondo i residenti anche in orari ben fuori dallo stabilito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: quasi 5 mila controlli nell'ultima settimana, 37 le sanzioni

  • Cronaca

    In giro con coltello a serramanico: denunciato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento