Martedì, 16 Luglio 2024
Militanza e attivismo

Irruzione a palazzo e vernice contro il ministero: tra i fermati a Roma anche una triestina

E' successo nel pomeriggio di ieri 2 febbraio in via XX settembre. Fermati e denunciati anche due emiliani. Il sospetto è che abbiano preso parte al blitz compiuto l'1 febbraio

C'è anche una ragazza triestina tra gli attivisti di Extinction Rebellion fermati e denunciati dai carabinieri di Roma dopo l'irruzione compiuta al ministero della transizione ecologica. Come riportano i colleghi di Roma Today, "dopo gli atti vandalici del primo febbraio, all'interno e all'esterno dell'edificio, ieri dieci ragazzi si sono introdotti nel palazzo riuscendo ad arrivare fino al quinto piano, dove si trovano anche gli uffici del ministro. Tra lo sconcerto e la paura dei dipendenti, colpiti dalla vernice, gli attivisti sono stati fermati grazie all'intervento dei carabinieri. La loro posizione è al vaglio". 

I danni stimati ammontano a circa settemila euro. I tre sono stati fermati nel pomeriggio di ieri 2 febbraio intorno alle 16 in via XX settembre. I tre "sospetti" erano sporchi di vernice e "non è escluso che facessero parte del gruppo che aveva già colpito il ministero della transizione ecologica, così come è ipotizzabile che stessero pianificando una nuova protesta". Gli altri due attivisti sono emiliani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irruzione a palazzo e vernice contro il ministero: tra i fermati a Roma anche una triestina
TriestePrima è in caricamento