Cronaca

Faida Familiare per l'Eredità: dopo l'Assalto con il Kalashnikov le Minacce con la Pistola

Di nuovo in manette Franco Zerjal 12.14 - «Il Gip del Tribunale di Trieste Luigi Dainotti ha emesso in mattinata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per la durata di un anno a carico di Franco Zerjal. In una casa a Bagnoli della...

Di nuovo in manette Franco Zerjal

12.14 - «Il Gip del Tribunale di Trieste Luigi Dainotti ha emesso in mattinata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per la durata di un anno a carico di Franco Zerjal. In una casa a Bagnoli della Rosandra, lo scorso 15 marzo egli ha tenuto sotto la minaccia di una pistola il fratello Pavel tentando di estorcergli parte di un'eredità - si legge nel comunicato appena emesso dalla Polizia -. Quest'ultimo ha fatto finta di stare al gioco, lo ha rabbonito e si sono accordati per incontrarsi successivamente e ha informato la Polizia di Stato. E'iniziata un'attività di monitoraggio, coordinata dal P.M. Pietro Montrone, conclusasi in parte nella tarda serata dello scorso 18 marzo, quando i due si sono incontrati a Pesek, nei pressi dell'ex valico confinario italo-sloveno. Anche in questa occasione si è ripetuto il comportamento insistente di Franco Zerjal e all'insorgere di una fase di concitazione personale della Squadra Mobile e del Commissariato Polo San Sabba della locale Questura, che aveva seguito tutte le fasi dell'evento, è intervenuto e ha posto l'uomo in stato di fermo per il tentativo di estorsione. Come noto, Franco Zerjal era uscito dal carcere lo scorso febbraio dopo aver scontato una condanna di 13 anni di reclusione per il tentato omicidio del fratello Pavel e della di lui figlioletta che allora aveva solo 22 mesi».

10.35 - A poca distanza dalla scarcerazione - 10 anni di detenzione scontati sui 13 chiesti dal giudice - Franco Zerjal è tornato all'"attacco" del fratello.

Dopo l'assalto armato del 2004, quanto aveva esploso 12 colpi di kalashnikov (il fucile d'assalto di fabbricazione russa) contro la porta d'ingresso della casa del parente - nel quale era rimasta ferita la nipote di pochi anni -, questa volta ha deciso di minacciare il fratello con una pistola.

All'origine di questa "faida" familiare c'è l'eredità di cui Franco Zerjal si sentiva derubato. Questa volta si è presentato al fratellastro minacciandolo con una pistola a Bagnoli della Rosandra, dove stava lavorando in un cantiere. Dopo una discussione, si sono dati appuntamento vicino a Pese, dove però oltre al parente, c'erano ad aspettare l'aggressore anche gli agenti della Squadra Mobile che lo hanno arrestato nuovamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Faida Familiare per l'Eredità: dopo l'Assalto con il Kalashnikov le Minacce con la Pistola

TriestePrima è in caricamento