Porto San Rocco all'asta per 9 milioni di euro: Muggia aspetta 625 mila euro

Ultimo ribasso possibile dopo le tre aste "fallite": si era partiti da oltre 15 milioni. Il Comune del sindaco Marzi tra i creditori privilegiati

9.491.439 euro. È questo il prezzo base della procedura competitiva - mediante raccolta di offerte private – che si chiuderà alle 11 di giovedì 27 ottobre per quanto concerne il fallimento della Porto San Rocco srl. Di questi 7.767.837,86 euro sono riferiti alle unità immobiliari abitative – alloggi turistici, 1.708.602,13 alle porzioni immobiliari non abitative e 15 mila euro agli arredi esistenti in parte nelle unità abitative.

Il compendio immobiliare muggesano di Porto San Rocco consta di 305 unità immobiliari, di cui 117 adibite a civile abitazione –alloggi turistici (alcune delle quali arredate), 11 locali commerciali, 22 cantine, 152 posti auto coperti e 3 scoperti, dislocate in 13 umi (unità minime di intervento) e ripartite in 7 condomini.

Le offerte per l'asta, in busta chiusa, dovranno essere presentate presso lo studio del notaio Alfonso Colucci a Roma con allegato l’assegno circolare col 10% della somma offerta intestato all’avvocato Paolo D’Agostini, il curatore fallimentare della Porto San Rocco srl. Già un’ora più tardi vi sarà l’apertura delle buste e ove siano depositate più buste contenenti l’offerta per l’acquisto, avrà immediatamente luogo la gara fra gli offerenti con offerta minimo in aumento di 100.000 euro.

Sarà questo l’ultimo tentativo d’asta per il fallimento della Porto San Rocco srl proprio perché la base d’asta non potrà essere ulteriormente ribassata. 15.225.000 euro era la stima di partenza del Consulente Tecnico nominato dal Tribunale con la quale si era partiti il 25 febbraio 2016, poi scesa a 13.183.000 nel secondo tentativo del 25 maggio ed a 11.864.000 il 21 luglio. Si apre l’ultima possibilità con questa tipologia di soluzione, dunque, per il Comune di Muggia in questa infelice vicenda che lo tocca da vicino: la società, infatti, per la quale pende questa procedura fallimentare, ha omesso di versare al Comune di Muggia l’Ici dovuta per il 2010 ed il 2011, l’Imu del 2012, 2013 e 2014 nonché la Tasi del 2014.

Dal momento in cui all’Ufficio Tributi dell’Ente è stato reso noto l’avvio della procedura fallimentare, pertanto, informata l’Avvocatura, la stessa si era messa all’opera per curare l’insediamento nella procedura al fine di recuperare il credito dell’Ente: un totale di quasi 625 mila euro, comprensivo, peraltro, della sanzione amministrativa e degli interessi legali maturati (così come risultante dai 6 avvisi di accertamento notificati dal Comune alla società fallita).

Da quando il Tribunale di Roma ha dichiarato il fallimento della Porto San Rocco srl “in liquidazione” con la sentenza del 19 febbraio dell'anno scorso, è stato, pertanto, doveroso da parte dell’Ente insinuarsi al passivo fallimentare per il recupero tributario di un credito assistito dal privilegio generale sui beni mobili del debitore. «L’Avvocatura del Comune di Muggia si è messa subito all’opera per curare l’insediamento nella procedura per recuperare il credito dell’Ente - ha ricordato il sindaco Laura Marzi -. Ora vi è davvero una concreta possibilità di soddisfare i crediti vantati anche dal Comune di Muggia che, avendo un credito privilegiato, dovrebbe essere tra i primi a vedere i risultati di un'asta che ci auguriamo questa volta andrà a buon fine». Quattro sono i creditori muniti di privilegio oltre al Comune di Muggia: il Banco Popolare Società Cooperativa, la Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. ed il Supercondominio complesso di Porto San Rocco.

«In ballo c’è una cifra di non poco conto, ma il complesso immobiliare è indiscutibilmente appetibile e la cifra richiesta è evidentemente vantaggiosa. Siamo fiduciosi che venga colta la convenienza dell’affare - conclude Marzi -. Oltre al lato prettamente economico che vedrebbe un recupero di capitali importanti per l’Ente, non va sottovalutato il beneficio che la conclusione di questa drammatica vicenda porterebbe a tutto il territorio sbloccando una situazione che coinvolge una bellissima zona di Muggia e che non può che far sperare in una nuova pagina per Porto San Rocco».  

Potrebbe interessarti

  • Tutti con lo sguardo verso il cielo, appuntamento questa sera con l'eclissi di Luna Rossa

  • Gusti estivi, idee per 4 ricette sfiziose a base di zucchine

  • Requisiti Reddito di cittadinanza, come fare domanda e quali regole rispettare

  • Gli effetti benefici dell'anguria, il frutto più atteso dell’estate

I più letti della settimana

  • Porsche "impazzita" abbatte un semaforo: tragedia sfiorata in viale Miramare

  • Avvistato squalo volpe nelle acque del golfo di Trieste

  • Svizzera-Trieste: autista abbandona pullman con 55 bambini all'autogrill per andare a Jesolo

  • Carico da oltre 9 tonnellate rovina addosso ad una macchina, illesi gli automobilisti

  • Trauma cranico dopo un tuffo in Val Rosandra: soccorso un 17enne

  • Auto contro linea 11 in via Foscolo: sei feriti nell'autobus (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento