menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Falso allarme meningite alla Genertel di Roiano: "panico" tra i dipendenti

Gli uffici sono stati evacuati in mattinata a causa di una "sospetta malattia infettiva", però purtroppo il caso è più grave del previsto, ma non coinvolte altri dipendenti al di fuori della ragazza finita in ospedale per quella che sembra leucemia. Panico tra i dipendenti e in città a causa di un articolo pubblicato dal sito "Triesteallnews" che affermava si potesse trattare di meningite

Una sospetta malattia infettiva ha fatto scattare le procedure di sicurezza all'interno della struttura Genertel di via Stock nel primo pomeriggio: inizialmente però ai dipendenti sembra che non sia stato riferito il vero motivo dell'evacuazione e successiva presenza del personale dell'Azienda sanitaria, ma che "a causa di problemi informatici l'attività lavorativa era sospesa e che tutti dovevano andare a casa" (afferma uno dei lavoratori).

In seguito però si è scatenato il panico tra i dipendenti: infatti un articolo pubblicato dal sito Triesteallnews affermava che potesse trattarsi di un caso di meningite. Appena sparsa la voce, intorno alle 18 del pomeriggio di sabato, la sala operativa del 118 è stata presa d'assalto da centinaia di richieste di profilassi per la malattia. Inoltre alcuni dei lavoratori della Genertel hanno manifestato la volontà di non presentarsi a lavoro lunedì.

Bisogna però chiarire che non si tratta di un "allarme meningite": un bene per tutti, ma purtroppo qualcosa di più grave per la ragazza finita in ospedale. Infatti sembra che la giovane (a quanto pare madre di una bambina di 3 anni), sia finita in coma farmacologico per una laucemia fulminante. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento