Fase 2, Conte: "Affrontiamo un rischio calcolato, dal 15 giugno via libera a cinema e teatri"

Il premier: «Stiamo affrontando questo rischio e dobbiamo accettarlo altrimenti non potremo mai ripartire»

"Approvato il decreto legge che da lunedì 18 ci consente di entrare a pieno titolo nella 'Fase 2'. L'Italia ha voglia di ricominciare, ma serve prudenza. I dati sono incoraggianti, gli sforzi chiesti hanno prodotto i risultati attesi: sono scesi i numeri dei malati, dei contagiati e delle vittime, e sono aumentati quelli dei guariti. Abbiamo inoltre potenziato gli ospedali, ma la curva epidemiologica può tornare a salire".


Così il premier Giuseppe Conte prima di illustrare i dettagli di questa fase. Dopo le aperture di lunedì 18 maggio (per le quali sono previste linee guida), dal 25 maggio riaprono anche le palestre e ripartono gli allenamenti di calcio di gruppo, ma non c'è una data prevista per la possibile ripresa del campionato: "Servono più garanzie", precisa Conte. Tra le novità più rilevanti, l'apertura di cinema e teatri fissata al 15 giugno, e la previsione di servizi ludici per bambini. "I principi cui ci ispiriamo sono sempre gli stessi: la tutela della vita e della salute prima di tutto. Affrontiamo un rischio calcolato". 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa nel 2019, il suo cadavere a Miramare sette mesi dopo: la vittima si chiamava Karin Furlan

  • Referendum: Trieste la provincia italiana con la più alta percentuale di no

  • Incidente in galleria Carso: quattro auto coinvolte e strada chiusa

  • Si accascia al suolo in via delle Torri: cinquantenne a Cattinara

  • Diciassettenne scomparsa da giorni in Carso, l'appello della polizia slovena

  • Malasanità: bimba morta in ospedale, Trieste sede neutrale dell'incidente probatorio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento