Federalberghi Fvg: "Siamo pronti a ripartire con protocolli anti Covid 19"

La presidente regionale Paola Schneider: "Il governo sta clamorosamente sbagliando nell’impedire di ripartire a un territorio come il nostro in cui il contagio è sotto controllo, ma noi, anche con questa iniziativa, vogliamo dimostrare di essere del tutto pronti per una riapertura in sicurezza"

Foto di repertorio

"Il governo sta clamorosamente sbagliando nell’impedire di ripartire a un territorio come il nostro in cui il contagio è sotto controllo, ma noi, anche con questa iniziativa, vogliamo dimostrare di essere del tutto pronti per una riapertura in sicurezza". È l'opinione di Federalberghi Fvg, che informa i suoi associati in merito alla prevenzione anti-Covid. L’associazione, fa sapere la presidente regionale Paola Schneider, ha inviato alle imprese il protocollo nazionale sicurezza a firma Federalberghi, Confindustria alberghi e Assohotel, un documento contenente i passaggi essenziali per garantire misure efficaci di prevenzione della diffusione del virus sempre allo scopo di tutelare la salute degli ospiti e dei collaboratori e di realizzare l’equilibrio necessario per garantire l’erogazione del servizio in condizioni di sicurezza e sostenibilità, evitando tuttavia di snaturarne le caratteristiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il protocollo

Il protocollo è stato redatto da una task force costituita a iniziativa di Federalberghi composta da imprenditori e dirigenti, espressione delle diverse categorie e tipologie di strutture turistico ricettive che – con l’ausilio di consulenti in materia di igiene e sicurezza e sotto la supervisione del professor Pierluigi Viale dell’Università di Bologna, direttore dell’Unità Operative Malattie Infettive del Policlinico di S. Orsola – hanno analizzato le diverse fasi dei processi di produzione ed erogazione del servizio, individuando gli eventuali punti critici e suggerendo le conseguenti misure da adottare, prospettando quando possibile la disponibilità di soluzioni alternative, ispirate al principio della sicurezza equivalente.

Nave ospedale, cade l'opzione alberghi: "Impossibile rispettare i tempi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale davanti al Red Baron: deceduta una ragazza di 22 anni

  • Stop al pieno oltre confine: la Slovenia mette il Fvg in zona rossa

  • Il ricordo di Sara, vittima della strada a soli 22 anni: "Un'anima pura"

  • Coronavirus: 334 nuovi casi di cui 141 a Trieste, 3 decessi in Fvg

  • Scuole, didattica a distanza al 50%: la nuova ordinanza di Fedriga

  • Nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi dopo le 18, stop alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento