Cronaca

Fedriga chiede al Governo risposte concrete per la ripartenza delle scuole

Per il governatore del Fvg, Massimiliano Fedriga, il rischio è quello di bloccare l'intero sistema e di non garantire i diritti di famiglie e ragazzi

"Il Friuli Venezia Giulia chiede al Governo risposte concrete e definitive in merito alla ripresa delle attività didattiche: sindaci, presidi, insegnanti, famiglie e gli stessi studenti non possono attendere oltre per conoscere con quali modalità si potranno riprendere le lezioni e come verranno erogati i servizi accessori." Lo dichiara il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga.

"I temi sul tavolo - evidenzia Fedriga - sono ancora tanti: il completamento della prima fase di immissioni in ruolo e la successiva assegnazione delle supplenze; le tempistiche relative alla fornitura dei banchi, molti dei quali pare non siano disponibili prima di ottobre; la ridefinizione delle procedure di monitoraggio della salute degli studenti, con un maggior supporto delle istituzioni scolastiche alle famiglie; la rimodulazione dei servizi di trasporto pubblico locale, in linea con le esigenze di mobilità delle persone. Tutti nodi che - sottolinea il governatore - devono tassativamente essere sciolti ben prima del 14 settembre."

"Alla luce di queste stringenti necessità - conclude Fedriga - le zero novità emerse, sia sotto il profilo operativo che organizzativo, dal vertice tenutosi stamane tra il Governo e le Regioni non rappresentano dunque un esito soddisfacente per la nostra comunità, che, dopo lunghi mesi di sacrifici, merita di ottenere risposte immediate. In caso contrario - chiosa il governatore - il rischio è di bloccare l'intero sistema e di non garantire i diritti di famiglie e ragazzi."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fedriga chiede al Governo risposte concrete per la ripartenza delle scuole

TriestePrima è in caricamento