menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferriera, Dipiazza: «Inottemperanze all'AIA, Regione comunichi misure adottate e sanzioni»

Il sindaco di Trieste Roberto Dipiazza ha inviato una nota ufficiale alla presidente della Regione Debora Serracchiani per conoscere quali misure sono state adottate o si intendano prendere per le prescrizione non ottemperate da Siderurgica Triestina nei tempi stabiliti dall’AIA

«Presa visione delle inottemperanze da parte della Siderurgica Triestina, già più volte segnalate dall’on. Aris Prodani, e riportate nel Rapporto Conclusivo delle Attività di Controllo del 27 giungo scorso in relazione all’attività ispettiva presso lo stabilimento, chiedo alla Regione FVG quali siano state le azioni intraprese in applicazione all’art. 29-decies (D.Lgs 152/2006) relativo al rispetto delle condizioni dell’Autorizzazione Integrata Ambientale».

Lo dichiara il Sindaco di Trieste Roberto Dipiazza che ha inviato una nota ufficiale alla presidente della Regione FVG per conoscere quali misure sono state adottate o si intendano prendere per le prescrizione non ottemperate dall’azienda nei tempi stabiliti dall’AIA (Relativamente alle prescrizioni particolari per il punto di emissione E42, con i soli risultati trasmessi l’Azienda non ha ottemperato alle prescrizioni di cui ai punti 1.2.3 e 1.2.4 dell’Allegato B, parte C, pag. 20,del Decreto AIA; La messa a regime del camino E46 sarebbe dovuta avvenire entro tre mesi dalla data di messa in esercizio (avvenuta il 21/12/2015), cioè entro il 21/03/2016, mentre risulta che lo stesso sia stato messo a regime a partire dal 11 aprile 2016; Utenze asservite al filtro Daneco e misure per fuori servizio datata 12 maggio 2016 non è stata prodotta entro la tempistica stabilita dal Decreto; Come meglio evidenziato al paragrafo 2.1, sussiste la non conformità per la tematica rumore a conferma della criticità dell’entità dell’inquinamento acustico prodotto dall’impianto siderurgico).

«Alla Regione FVG – conclude Dipiazza – chiedo anche di essere informato in merito all’applicazione di eventuali sanzioni previste all’art.29 quattuordecies Sanzioni del D.Lgs 152/06 dove al comma 2 è previsto che: salvo che il fatto costituisca reato, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.500 euro a 15.000 euro nei confronti di colui che pur essendo in possesso dell’autorizzazione integrata ambientale non ne osserva le prescrizioni o quelle imposte dall’autorità competente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Festa della mamma: origini e curiosità

social

Giro d'Italia 2021: tre le tappe in Friuli Venezia Giulia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento