Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Ferriera, don Malnati: «Area a caldo e interessi politici, porcherie per la salute pubblica»

«Bisogna procedere alla chiusura, siano i politici compiacenti o meno. La salute pubblica in primis, il lavoro subito dopo»

Don Ettore Malnati, rettore della parrocchia di Notre Dame de Sion, si schiera apertamente a favore della chiusura dell'area a caldo della Ferriera: «Sarebbe un ottimo regalo per San Lorenzo che è il patrono della zona di Servola». Lo annuncia Telequattro in un servizio e si tratta di un'altra voce contraria proveniente dalla chiesa triestina dopo la visita allo stabilimento effettuata dal vescovo Giampaolo Crepaldi il 17 giugno scorso per incontrare Gianni Arvedi, i sindacati dei lavoratori e i comitati. «L'area a caldo va chiusa quanto prima perché è veramente una porcheria nei confronti della salute pubblica - attacca Malnati - Gli interessi dei privati, degli industriali e dei politici, in questo caso sono veramente nocivi nei confronti della collettività quindi l'area a caldo va chiusa. Gli abitanti di Servola non ne possono più e così l'intera città».

Il religioso non nega l'importanza della ricollocazione dei lavoratori dopo la chiusura, ma riconosce anche la salvaguardia dell'ambiente come obbiettivo primario: «Certamente l'inquinamento non viene solo dalla Ferriera ma in quelle zone proviene principalmente dall'area a caldo, quindi va chiusa siano i politici compiacenti o meno. la salute pubblica in primis, il lavoro subito dopo ma la salute è la priorità».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, don Malnati: «Area a caldo e interessi politici, porcherie per la salute pubblica»

TriestePrima è in caricamento