Ferriera, Prodani e Battista: «Dossier shock, con aiuto cittadinanza possibile chiarezza»

L' appello è esteso anche ai familiari di chi è deceduto in seguito a gravi patologie». Con queste parole i parlamentari triestini Lorenzo Battista (AUT) e Aris Prodani (AL) rilanciano il loro impegno insieme all'associazione NoSmog Onlus

«Con la Dottoressa Gatti abbiamo cercato di dare risalto a temi di salute pubblica e di rilievo ambientale, scevri da ogni forma di pregiudizio e con il solo obiettivo di mettere a fuoco la qualità della vita della popolazione servolana e triestina. Abbiamo intenzione di proseguire su questa strada con un appello. Chiunque ritenga di aver sviluppato forme tumorali potenzialmente legate a sorgenti di inquinamento industriale  e desideri chiarire se esista una correlazione tra la malattia ed eventuali sostanze cancerogene, si metta in contatto con noi, anche per avere informazioni, attraverso la mail  analisi.servola@gmail.com. L' appello è esteso anche ai familiari di chi è deceduto in seguito a gravi patologie». Con queste parole i parlamentari triestini Lorenzo Battista (AUT) e Aris Prodani (AL) rilanciano il loro impegno insieme all’associazione NoSmog Onlus nello stabilire come e quanto la ferriera può aver provocato danni alla salute dei cittadini. I due spiegano: «chiederemo agli interessati di poter vedere le cartelle cliniche ed in particolare di ottenere un campione dell’esame istologico sui tessuti tumorali per verificare la presenza di corpi estranei con possibile relazione alle polveri della ferriera. Le analisi sono possibili anche sui tessuti di persone non più in vita».

«Questo – proseguono i parlamentari – ci consentirà di stabilire con maggiore certezza in quali patologie può incorrere chi è esposto all’inquinamento siderurgico, siano essi lavoratori o cittadini».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Concludono sottolineando che «la reazione di Arpa, Comune e Regione allo studio che abbiamo presentato ci fa comprendere di aver sollevato una questione che viaggiava sottotraccia ed ora è deflagrata in tutta la sua complessità. Ci auguriamo pertanto che non si accettino soluzioni a ribasso,  che non pongano al centro la cittadinanza tutta, o  senza quella lungimiranza che impone di non piegare la testa a ricatti occupazionali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, svantaggi, costi e consumi

  • Terribile schianto in strada per Basovizza, motociclista di 57 anni perde la vita

  • Vigile del fuoco con la passione per i motori perde la vita in un terribile incidente

  • Tragedia in un fondo edile di via D'Alviano: muore schiacciato da un camion in manovra

  • Investita sulle strisce: 55enne in rianimazione

  • Tragedia nelle acque di Brindisi, morto giovane sub di Trieste

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento