Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Chiarbola - Servola - Valmaura

Ferriera, rinnovato per 6 mesi (23.180 euro) l'accordo Comune-Arpa per il controllo delle emissioni

L'assessore Laureni: «Entro l'anno il controllo della centralina di Servola tornerà all'ente regionale e la situazione sarà più chiara»

Paradossi italiani: il controllato che controlla se stesso, centraline che per alcuni enti sono a norma e per altri no, circa 40.000 euro all'anno spesi dal Comune.

Ma procediamo per gradi: la Giunta comunale ha recentemente rinnovato l'accordo di sei mesi con l'Arpa (e quindi approvato la spesa di 19.000 euro più Iva) per il controllo delle emissioni della Ferriera: la centralina in questione è quella di via San Lorenzo in Selva - Stazione Ferroviaria di Servola. Ma perchè bisogna pagare circa 20 mila euro per sei mesi, l'ente regionale non controlla già la qualità dell'aria con le sue stazioni disposte in alcune zone della città?

Ass LaureniAbbiamo interpellato l'assessore all'Ambiente Umberto Laureni: «Le centraline devono rispondere a precise direttive comunitarie, devono essere rappresentative. Tra quelle che Arpa ha disposto in ambito urbano (per esempio piazza della Libertà) e quelle in aree industriali (per esempio via Pitacco e Carpineto), quella di via San Lorenzo in Selva non era stata ritenuta rappresentativa dalle logiche Arpa (e tutte quelle caratteristiche che a livello europeo devono avere per rispondere a criteri omogenei di controllo). Quando però ci si è resi conto che nella polvere depositata a terra intorno alla Ferriera c'erano quantità non trascurabili di sostanze nocive come e in particolare benzo(a)pirene, si è concordato, su spinta della Procura della Repubblica, di mettere in atto una centralina specifica, in una postazione che non rispondeva a quelle caratteristiche sopracitate, ma che fosse per definizione rappresentativa delle sole emissioni dell'impianto siderurgico (e quindi non potesse essere inficiata da altre fonti di inquinamento). Per questo noi la paghiamo, perchè non rientra nella rete Arpa: spendiamo circa 40.000 euro all'anno».

«Questa stazione di monitoraggio è stata individuata come "indicatore della performance" della Ferriera - spiega l'assessore -: cioè, dimentico che sia significativa dell'inquinamento di Servola, però è la migliore postazione per verificare se nella gestione ordinaria della Ferriera si rispettano tutti i criteri, e quidni il benzo(a)pirene è basso, oppure, se questo valore è alto, vuol dire che lo stabilimento per qualche motivo ha funzionato male. Per questo motivo, dal 2007, rinnoviamo ogni 6 mesi l'accordo con Arpa».

La stazione, come noto, è sistemata vicino a delle abitazioni e «questa stazione è quella i cui dati la popolazione di Servola poi ci contesta», afferma Laureni. «Proprio questa vicinanza tra la centralina e le case è al centro di un dibattito: la Ferriera afferma che essendo solo un "indicatore di performance" non può essere contestato l'inquinamento, ma ovviamente i cittadini si chiedano perchè, visto che appunto intorno ci sono delle abitazioni. Ovviamente noi siamo per questa seconda posizione, cioè siamo per considerarla effettivamente una stazione di rilevamento dell'inquinamento, ma alcuni enti pubblici sono sull'altra posizione (in particolare Arpa e Regione). Una volta approvata la legge regionale sul benzo(a)pirene all'inzio del 2012, che fa carico al Sindaco di muoversi nel momento in cui i valori di benzo(a)pirene in tutte (e sottolineo tutte) supera il limite, allora il Sindaco ha deciso che per noi anche questa di Servola è una stazione di rilevamento utile per le ordinanze di miglioramento dell'inquinamento sull'area della Ferriera».

Un altro tema di grosso dibattito è quello relativo al funzionamento della centralina in questione. «Io sono uno che gestisce i dati delle stazioni - afferma l'assessore Laureni -. Come in tutte le stazioni di riferimento, ci sono delle esigenze di taratura, di controllo, eccetera. Ci sono anche dei giorni in cui non funzionano. Ovviamente chi subisce l'inquinamento avrà sempre il sospetto che il malfunzionamento avvenga nei giorni peggiori. Però io, con i dati in mio possesso, non posso che considerarle illazioni. Ma quello che è davvero importante è che chi gestisce dal punt odi vista operativo questa stazione è Elettra, la ditta che dentro Servola gestisce la centrale di cogenerazione. Questo ovviamente è u ngrosso controsenso, è il controllato a controllare se stesso. Da un anno è mezzo noi abbiamo chiesto all'Arpa però di riassumere sotto di se la gestione delle centrali di rilevamento, e mi auguro che entro l'anno questo avvenga».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, rinnovato per 6 mesi (23.180 euro) l'accordo Comune-Arpa per il controllo delle emissioni

TriestePrima è in caricamento