menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Le Iene" visitano la Ferriera, ma l'Ad non li fa accedere all'altoforno

Ancora un servizio di Nadia Toffa a Trieste per affrontare il delicato tema della salute dei cittadini di Servola vittime dei fumi e delle esalazioni dello stabilimento siderurgico. A invitare la iena è stata la Siderugica Triestina con l'amministratore delegato Andrea Landini a fare da Cicerone

Ancora un servizio de "Le Iene" sulla Ferriera di Trieste: "Dentro l'altra Ilva" l'ha titolato Nadia Toffa, al suo terzo servizio in città sul tema. Anche questa volta però le risposte che le sono state date non sono state esaustive, anzi, l'amministratore delegato di Siderurgica Triestina Andrea Landini ha evitato delle domande e una richiesta in particolare, quella di poter accedere all'altoforno per vedere, seguita da Romano Pezzetta, che per 30 anni ha lavorato proprio all'interno della zona più inquinante dello stabilimento di Servola.

Dopo un riassunto del precedente servizio, la iena e il suo accompagnatore sono stati accolti dall'ad della Siderurgica Triestina che aveva invitato Nadia Toffa a cui era stato garantito «l’accesso allo stabilimento per approfondire attraverso una visita, con il solo vincolo del rispetto delle condizioni di sicurezza». Proprio questa sicurezza è il motivo per cui all'inviata viene vietato l'accesso però all'altoforno (un operaio aveva predetto la risposta). 

Anche questa volta nulla di fatto dunque, ma sempre la stessa promessa fatta dal sindaco Cosolini e la presidente Serracchiani: «rivediamoci a dicembre», ha chiesto Landin, che in molti momenti dell'intervista è rimasto senza parole, balbettando incalzatato dalla iena.

Nel frattempo, precisa Nadia Toffa, la gente continua a respirare veleni e si continua a discutere se concedere o meno l'Aia, autorizzazione integrata ambientale. 

Qui il servizio completo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento