Cronaca

Ferriera, Siderurgica triestina risponde al Comitato: «Lavori risanamento, tabella rispettata»

La risposta di Siderurgica Triestina al Comitato 5 Dicembre

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Abbiamo letto la ripresa della nota dal titolo “Siamo cavie di un esperimento diffusa dal Comitato 5 Dicembre dopo che una rappresentante del Comitato ha chiesto e ottenuto di accedere per la seconda volta allo stabilimento, dopo la precedente visita del 14 aprile.  La nota del Comitato riporta informazioni non corrette circa gli interventi previsti e quelli realizzati nell’area a caldo della Ferriera di Servola.

I lavori di risanamento degli impianti sono previsti dall’Accordo di Programma siglato con le istituzioni a novembre 2014, sulla base del quale l’Azienda ha basato il suo intervento e gli investimenti. Si ricorda che l’AdP prevedeva la realizzazione di due tipologie di interventi: da un lato, quelli di messa in sicurezza di emergenza, la cui esecuzione ha impegnato ST da fine 2014 lungo tutto il 2015; dall’altro, gli interventi di ottimizzazione della gestione ambientale degli impianti e di prevenzione, messa in sicurezza operativa e monitoraggio ambientale, la cui autorizzazione era rimandata al decreto che è poi stato emesso a novembre 2015 dai competenti ministeri concedendo complessivamente 30 mesi di tempo per la conclusione di tutti gli interventi previsti. 

Gli interventi di risanamento sugli impianti (compresi ovviamente la cokeria e l’altoforno) previsti dall’Accordo di Programma sono stati tutti realizzati, come certificato dagli enti preposti al controllo. A questi si sono aggiunti ulteriori interventi – il più significativo dei quali è l'impianto di aspirazione della cokeria, brevetto Arvedi – la cui realizzazione è stata decisa volontariamente dall’Azienda, che persegue l’obiettivo di limitare al massimo livello gli impatti dell’attività produttiva anche oltre le BAT (migliori tecnologie disponibili). L’impegno dell’Azienda verso tale obiettivo prosegue e proseguirà sempre: spiace constatare che tale scelta di responsabilità ambientale e sociale – che ogni giorno spinge i tecnici a valutare soluzioni migliorative rispetto al quadro di imposizioni già ottemperate – venga da alcuni intesa come “sperimentazione su cavie”, ma questo non minerà la serietà e l’impegno aziendali per l’interesse collettivo. 

Al contempo, pur dispiacendosi dei tentativi di travisamento strumentale del sereno confronto tra tecnici e cittadini promosso attraverso le settimanali visite in Ferriera, Siderurgica Triestina continuerà a programmare visite per mostrare ai triestini che abbiano interesse quale sia la reale situazione degli impianti e del sito di Servola. 

Si ricorda a tale proposito che è sufficiente inviare una mail con oggetto “VISITA” all’indirizzo info@siderts.arvedi.it

Siderurgica Triestina 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferriera, Siderurgica triestina risponde al Comitato: «Lavori risanamento, tabella rispettata»

TriestePrima è in caricamento