menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ferriera, preoccupazione di Ugl: "I lavoratori vogliono tornare in fabbrica"

Spera e Francescangeli: "Siamo ancora fermi alle promesse. La fiducia non è in discussione, ma l’evidenza dei fatti rischia di smentirla”.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa dell'Ugl Metalmeccanici

L’UGL Metalmeccanici esprime “forte preoccupazione per i lavoratori che dopo la chiusura della acciaieria triestina, ancora ad oggi si è fermi alle promesse. La fiducia non è in discussione, ma l’evidenza dei fatti rischia di smentirla”. Lo dichiarano Antonio Spera, segretario nazionale UGL Metalmeccanici, e Daniele Francescangeli, vice segretario nazionale con delega alla Siderurgia, spiegando che “con le acciaierie e le sue eccellenze siderurgiche si è deciso di riqualificare l’area industriale per il bene della città, ma a farne le spese sono i lavoratori diretti e dell’indotto in gran parte in cassa integrazione”. Spera e Francescangeli invitano “tutti i protagonisti firmatari dell’accordo del 26 Giugno 2020 ad attuare pienamente gli impegni assunti per la riqualificazione industriale, per il bene dei lavoratori interessati, perché, come succede ormai quasi sempre in tutti i progetti di rilancio aziendali, il problema vero sono i fondi economici promessi, sempre più spesso non del tutto reperibili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, il Friuli Venezia Giulia rimane in zona gialla

  • Cronaca

    Porto vecchio: variante urbanistica nell'Accordo di programma, sì agli investimenti

  • Cronaca

    Presidente del Consiglio regionale positivo al Covid: "Sto bene"

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

  • Arredare

    Letto con box contenitore: modelli, costi e vantaggi

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento