Festa della Liberazione, oltre le porte chiuse: la storia della figlia che ha voluto ricordare il padre

"Lui è morto a Dachau nel 1943, a soli 33 anni". Il racconto di una figlia che ha voluto ricordare il padre

Foto Aiello

Sono circa le 11 del 25 aprile 2020. All'esterno della Risiera domina la quiete. Quest'anno infatti, a causa delle disposizioni legate al Covid-19, la commemorazione del 75esimo anniversario della Liberazione si è svolta a porte chiuse, alla presenza delle sole Autorità. Ma oggi, 25 Aprile, la Libertà si celebra lo stesso perchè l'amore e il ricordo non trovano mai barriere.

Sono circa le 11 e una signora si avvicina all'ingresso della Risiera con una pianta: l'obbligo delle mascherine e il mantenimento della distanza di sicurezza non impediscono le manifestazioni di umanità e la volontà di condividere, pur mantenendo sempre quel metro. Ci racconta che suo padre, di origini istriane, è morto a Dachau nel 1943, a 33 anni; fu prima imprigionato a Pola, poi portato alla Risiera triestina ed infine deportato al campo di sterminio. Ci racconta che, consapevole della sua sorte, ha scritto proprio lì l'ultimo messaggio d'addio alla moglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi c'è stato solo un profondo silenzio e un momento di grande commozione. La signora ha appoggiato lievemente il vaso e, dopo averlo lasciato a terra, se ne è andata. La sua storia però è rimasta racchiusa in quei fiori, come se l'avessero suggellata tra i petali. Qualche minuto dopo è arrivato il curatore della Risiera chiedendo spiegazioni: "Li porterò dentro. Peccato non averla potuta ringraziare di persona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Slovenia blocca i viaggi all'estero

  • Visite Rsa e accesso ai teatri e cinema: ecco la nuova ordinanza di Fedriga

  • Stretta in Slovenia, è lockdown a metà: paese diviso in zone

  • "Un caro saluto a tutti i negazionisti": il selfie dalla Terapia intensiva di Cattinara

  • Coronavirus, in Fvg 165 nuovi contagi e un decesso

  • Focolaio in casa di cura ad Aurisina: 18 positivi a Pineta del Carso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TriestePrima è in caricamento