menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa Polizia Locale, Roberti: «Sono orgoglioso, la strada è lunga ma la direzione è quella giusta» (FOTO)

L'intervento del vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Pierpaolo Roberti alla Festa di San Sebastiano delle Polizie Locali del Triveneto, organizzata a Trieste

Trieste ha ospitato oggi (martedì 23 gennaio) l'edizione 2018 della Festa di San Sebastiano delle Tre Venezie, organizzata in collaborazione con il “Circolo dei 13”, ovvero la libera associazione che prende il nome dalle tredici province del Triveneto e raggruppa circa 400 Comandi di Polizie Locali del territorio.

«San Sebastiano è una giornata di festa per le Polizie Locali di tutta Italia, ma è anche occasione di incontro, di confronto, di riflessioni sull’attività dei vari Corpi, un modo per conoscersi meglio e capire quali traguardi si è stati in grado di raggiungere, quali le difficoltà e quali gli obbiettivi da puntare. Tuttavia, in questo mio intervento non parlerò di numeri, di operazioni, di sanzioni elevate, di incidenti rilevati e nemmeno della cronica mancanza di personale per la quale, peraltro, l’Amministrazione che rappresento sta cercando di mettere una toppa, avendo dato il via al concorso dopo 18 anni dall’ultimo bandito» ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Polizia Locale Pierpaolo Roberti durante la manifestazione.

«Mi limiterò a ricordare due riconoscimenti – ha aggiunto – che hanno inorgoglito e non poco il Corpo. Nel 2017 la Polizia Locale di Trieste ha ricevuto dall’ANCI il “Premio Sicurezza Urbana 2017” per la miglior operazione e, solo qualche settimana dopo, una menzione speciale per la Sicurezza Stradale dall’Associazione familiari delle vittime della Strada, premio quest’ultimo che ritengo doveroso dedicare ad Anna Penta, collega che ci ha lasciato e in memoria della quale abbiamo voluto intitolare il campo scuola utilizzato da migliaia di bambini proprio per imparare l’ABC del Codice della Strada».

«Ne parlo con un certo orgoglio, perché, se è vero che l’attività viene fatta quotidianamente a prescindere dai premi, ma per puro spirito di servizio, è altrettanto vero che riceverne due di così prestigiosi in un solo anno per un Amministrazione che ha centrato gran parte della propria linea politica su sicurezza e sicurezza stradale mi porta a credere che, sebbene la strada sia ancora lunga, la direzione imboccata è sicuramente quella giusta. Termina qui la mia relazione ed inizio con un fuori tema, che vi prego di giustificarmi. Questa è l’ultima cerimonia ufficiale alla quale prenderà parte, in qualità di comandante della Polizia Locale del Comune di Trieste, il Generale Sergio Abbate e approfitto per ringraziarlo per quanto ha dato al Corpo dal suo arrivo a Trieste 14 anni fa, ma soprattutto per quanto fatto in questi ultimi quasi 2 anni nei quali ho avuto l’onore di ricoprire le deleghe su Sicurezza, Polizia Locale e Protezione Civile. So di aver chiesto molto a lei e, quindi, a tutto il personale dell’area che dirige, ma se tanto ho chiesto, tantissimo è stato fatto».

26991892_10215513955151569_3169591993764540303_n-2

«Con passione ed energia, il filo conduttore di ogni mia richiesta, spero lo abbia colto, è stata una sorta di operazione di marketing, in senso buono, volta a far capire quello che ancora oggi troppi pochi sanno: che la Polizia Locale non fa solo le multe. Spiegare, raccontare, mostrarsi deve essere il futuro delle Polizia Locali, perché solo facendo conoscere al cittadino quelle che sono le infinite sfaccettature di questo mestiere sarà possibile per voi ottenere quei riconoscimenti che ancora non avete ottenuto».

«Io, qualche anno fa, ho intrapreso un percorso diverso, che mi ha portato oggi ad avere il piacere, non so quanto vostro, di parlarvi da questo microfono, un percorso scandito da scadenze elettorali che presto o tardi, spero più tardi possibile, mi porterà a fare altro, ma questi due anni mi hanno dato tanto e, se me lo concedete, e con il suo permesso, Comandante, quando questo mio percorso finirà, una immaginaria divisa la custodirò gelosamente nell’armadio considerandomi per sempre una piccola parte di questa famiglia, un po’ bistrattata, ma che quando il cittadino ha bisogno, c’è sempre e sempre ci sarà. Buon San Sebastiano a tutti, buon San Sebastiano Comandante Abbate» ha concluso.

Il programma della giornata sì è aperto sul colle di San Giusto con l'alzabandiera e la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti ed è proseguito con la santa messa in Cattedrale, celebrata dall'arcivescovo mons. Giampaolo Crepaldi. A seguire un corteo -preceduto dalla banda della Polizia locale di Trieste e composto dalle rappresentanze dei Comandi di Polizia locale di altrettante città maggiori e minori del Nord Est d'Italia- ha percorso vie cittadine fino a raggiungere le piazze della Borsa e Unità.

Il teatro “Verdi” ha infine accolto la fase celebrativa finale della manifestazione, con i saluti delle autorità, l'illustrazione delle attività 2017 delle Polizie Locali del Triveneto e l'attesa consegna degli ambiti riconoscimenti, con il cosiddetto “Caschetto d'Oro” agli agenti e ufficiali che si sono maggiormente distinti nel corso di operazioni di servizio alle rispettive comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Cucina di mare: la ricetta delle canocie in busara

Cura della persona

Scrub fai da te: la ricetta super naturale per labbra perfette

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento