Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Feste studentesche a Trieste, c'è anche Samsara: «Tanto talento a Trieste,investire sui giovani»

Luca Chiancone, coordinatore della crew: «Samsara è un'organizzazione di eventi che ha come suo scopo principale quello di far divertire i più giovani in città»

C’è anche “Samsara” tra gli staff che organizzano eventi per i più giovani in città. Luca Chiancone, coordinatore della crew riferisce che «Samsara è un’organizzazione di eventi che ha come suo scopo principale quello di far divertire i più giovani in città».

«Prima di Samsara – continua Luca – ci sono state un paio di altre collaborazioni.  All’inizio sono partito come Party Pattots, in cui si organizzavano pre-serate ed aperitivi per i liceali. Successivamente con l’altro membro dello staff abbiamo preso strade diverse ed ho iniziato la collaborazione con Broth Events. Con questo staff l’estate scorsa abbiamo organizzato una decina di festa estive al Plated (ax Bunga Bunga), molto partecipate, con punte di 150 ragazzi a sera mentre l’ultimo evento è stato al Cafè Rossetti per Halloween».

«A novembre – continua Luca-  la svolta. Con Alessio Bagordo (Alexino dj) abbiamo fondato la crew Samsara (dal nome di una canzone suonate nelle discoteche ndr.). I primo periodo lo abbiamo dedicato a darci una struttura ben definitiva, assegnando ad ognuno una certa mansione ben definita, rendendo cos’ tutto il processo decisionale ed operativo più fluido e semplice. Al momento siamo 8 persone nello staff, tra dj, organizzatori e pr, un bel gruppo affiatato che sta dimostrando sul campo tutto il suo valore».

«Ultimamente – spiega ancora Luca- abbiamo organizzato un paio di feste all’interno del Tergesteo, location suggestiva che ha visto la partecipazione di tantissimi ragazzi, feste davvero riuscite mentre ora abbiamo iniziato una collaborazione positiva con il “SenzaNome”, che durerà anche nelle prossime settimane. Siamo già operativi nella pianificazione di feste ed eventi per la stagione estiva».

«Le nostre feste si differenziano – sottolinea Luca – per la qualità e la professionalità  con cui vengono organizzate, ed è un segno distintivo che i nostri amici-clienti rilevano il più delle volte. Prestiamo attenzione alla cura dei particolari, coccoliamo i nostri amici, cerchiamo di farli sentire in tutto e per tutto a casa loro. Abbiamo un grande dj, Alexino, che capisce il genere (r’n’b, hip-hop, raggeton, commerciale) da proporre e lo cambia nel corso della serata a seconda dei gusti e dell’interesse del pubblico. Infatti la pista non è mai vuota. Alessio inoltre sta seguendo un dj in erba, il diciottenne Alex Zacchigna».

«Noi – ancora – invece che fare delle feste in grande ma più diradate tra loro nel tempo, preferiamo organizzare appuntamenti fissi settimanali, in modo da creare un appuntamento dove i giovani possano costantemente trovarsi, conoscersi e parlare. Ed è proprio questo che manca in  città, e nel tempo piccolo cerchiamo di supplire a questa mancanza. Alle nostre festa partecipano ragazze e ragazzi dai 15 ai 18 anni, con una prevalenza di ragazze,  di solito iniziano alle 21 per terminare a mezzanotte».

Infine qualche parola sulla movida a Trieste: «In città c’è bisogno di divertirsi, i triestini cercano sempre la novità, provare esperienze ed avventure sempre nuove. Ciò su cui gli organizzatori devono concentrarsi, quindi, è la ricerca di nuovi stimoli che portino i clienti a tornare alle serate organizzate. Riguardo ai controlli, che sono giustissimi, ci dovrebbe essere maggior tolleranza ed apertura mentale mentre i gestori dei locali  stanno lavorando  portando  ricchezza alla città».

«Alla politica.  Conclude Luca – i giovani chiedono di essere maggiormente ascoltati. Molti di noi hanno proposteda portare nelle sedi competenti, ma purtroppo lo spazio per noi è molto ristretto. Andrebbero inoltre creati maggiori luoghi dove i giovani possano esprimere la loro creatività a 360 gradi in tutte le forme d’arte possibile. C’è tanto talento inespresso in città e questi luoghi potrebbe essere trampolino di lancio per giovani talenti in erba».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste studentesche a Trieste, c'è anche Samsara: «Tanto talento a Trieste,investire sui giovani»

TriestePrima è in caricamento