Cronaca

Festival della Canzone Triestina, Giorgi: «Un vero riferimento per il dialetto, per la musica e per la cultura»

È stata presentata stamane in Municipio la 38esima edizione del Festival della Canzone Triestina, la tradizionale manifestazione che si svolgerà domenica 11 dicembre, con inizio alle 17.30, al Politeama Rossetti (Sala Assicurazioni Generali)

Questa mattina all'incontro sono intervenuti gli assessori ai Teatri Serena Tonel e al Commercio ed eventi correlati Lorenzo Giorgi assieme al patron della manifestazione Fulvio Marion e a esponenti dell'Associazione culturale Festival della Canzone Triestina, del Coro Illersberg e dell'Unione Italiana Ciechi, sezione di Trieste. «Questa 38esima edizione del Festival rappresenta il ritorno a una tradizione molto sentita che si ripropone ogni anno con spirito innovativo – ha detto l'assessore Tonelin una città che vuole mantenere il dialetto sempre vivo nelle numerose rappresentazioni che hanno luogo nelle varie sedi teatrali».

L'assessore Giorgi ha parlato del Festival quale «appuntamento imperdibile che si inserisce nel nutrito calendario delle iniziative natalizie promosse dall'Amministrazione comunale che anche quest'anno ha voluto sposare garantendo il patrocinio all'evento. Un Festival che ormai fa parte della storia della triestinità e che deve diventare un vero riferimento per il dialetto, per la musica e per la cultura». «Il concorso del Festival è nato nel lontano 1890 e il Comune di Trieste è sempre stato un partner fondamentale. È per me un onore organizzare anche questa edizione e vederla crescere sempre di più – ha affermato Fulvio Marion che ha quindi illustrato lo svolgimento della serata con l'annuncio del ritorno di Teddy Reno, che ha recentemnete ricevuto il Sigillo Trecentesco dal Comune di Trieste, e che presenterà un suo nuovissimo e simpatico brano in triestino. Inoltre, verranno presentate una quindicina di nuove e orecchiabili canzoni interpretate da apprezzati cantanti del panorama locale. La sigla d’apertura live verrà affidata al violinista Pierpaolo Foti e alla flautista Tinkara Kovac.

«Il Festival – ha precisato Marion - ha anche la finalità sociale di sensibilizzazione verso l'ammirevole impegno operativo dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Trieste.»A tale proposito il presidente del'Unione Italiana Marino Attini ha annunciato lo spettacolo che si terrà il 13 dicembre al Teatro Silvio Pellico di via Ananian nella ricorrenza del 90esimo della Sezione di Trieste dell'UIC e che sarà presentato da Fulvio Marion.
Marion ha quindi ricordato l'annuale Premio Triestinità - per i personaggi e gli enti che hanno onorato Trieste - che quest'anno verrà conferito al notissimo Coro Illersberg (premio già assegnato allo stesso Teddy Reno, all’indimenticabile Lelio Luttazzi, alla Barcolana ecc.). Il direttore del Coro Tullio Riccobon assieme al presidente Franco Biloslavo, hanno espresso gratitudine e vivo apprezzamento per il riconoscimento .

In programma inoltre, sempre domenica 11 dicembre, la premiazione dei brani vincitori del 21esimo Minifestival della Canzone Triestina (per minicantanti fino ai 12 anni d’età) e del 13esimo Concorso Interregionale La canzone dialettale del triveneto. I premi verranno consegnati da Miss Trieste, Lady Trieste, Lady FVG e Lady Eleganza. Trattandosi di un evento tipico per la città voterà anche il pubblico, unitamente alla giuria, e i primi tre brani classificati parteciperanno al 14esimo Festival della canzone del FVG. 

È attivo il servizio di prenotazione posti (7 e 9 euro, biglietteria del Politeama e Ticket Point)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival della Canzone Triestina, Giorgi: «Un vero riferimento per il dialetto, per la musica e per la cultura»

TriestePrima è in caricamento