In fiamme il postamat di San Luigi: si pensa a un atto vandalico

L’ipotesi più accreditata visto che non c’è stata esplosione e che l’incendio appiccato ha bruciato le banconote all’interno del dispositivo. L’ufficio resterà chiuso fino al 30 settembre

Ha preso fuoco questa mattina all'alba il postamat dell'ufficio postale di via Mauroner a San Luigi. È successo intorno alle 5 del mattino, ora in cui l'allarme è scattato, con il conseguente arrivo dei Vigili del fuoco e della Polizia di Stato (qui Il video). Le fiamme si sono propagate anche all'interno dell'ufficio provocando danni, soprattutto da fumo, e bruciando anche parte del denaro contante. Anche per questo motivo le prime risostruzioni portano a ipotizzare un atto vandalico e non un tentativo di furto. Nel frattempo la sede di Poste Italiane sarà interdetta al pubblico fino al 30 settembre.

Non sarebbero stati gli inquilini dei palazzi circostanti a chiamare le autorità, in quanto nessuno ha udito rumori forti o boati, quindi lo sportello automatico non è stato fatto esplodere come nel caso di Aurisina nel dicembre dello scorso anno. Da escludere anche un corto circuito o un guasto, che difficilmente avrebbe portato a un incendio così diffuso. Sulle indagini vige il riserbo e non è stato reso noto se la telecamera di sorveglianza fosse in funzione o meno. I danni e l'entità della perdita sono in fase di valutazione.

772E93EA-F91C-49A3-AA33-9609FDDB3E19-2

8E402ADE-B08A-43E1-89A6-2ABC2469395D-2

43F0AC8D-28C5-4834-AB15-9E6D4C80A369-2

A88E807B-D07E-4325-A595-DE1C1F150577-2

C4F45B7A-800F-42A3-9B3F-0AED03464F7F-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Il Friuli Venezia Giulia torna in zona gialla

  • Vietati spostamenti tra regioni, ecco il nuovo Dpcm: cosa cambia

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

Torna su
TriestePrima è in caricamento